Login
Ricerca
chiudi
Gli sdraiati Detroit American Assassin Assassinio sull'Orient Express Smetto quando voglio - Ad honorem Star Wars - Gli ultimi Jedi
Miyazaki Never Ending Man - REPLICA
La bisbetica domata | Balletto del Bolshoi
Canaletto a Venezia
IMG Card proroga
La memoria ritrovata
120 battiti al minuto | I Lunedì d'Autore
I martedì della regione
Dal 23 novembre
Detroit

A Detroit nella seconda metà degli Anni Sessanta si sono sviluppate numerose rivolte contro il razzismo dilagante.

Detroit

A Detroit nella seconda metà degli Anni Sessanta si sono sviluppate numerose rivolte contro il razzismo dilagante.

Regia di Kathryn Bigelow

Con Will Poulter, Hannah Murray, Jack Reynor, John Boyega, Anthony Mackie

Durata: 143'

Nel 1967, in piena epoca di battaglie per i diritti civili da parte degli afroamericani (Martin Luther King sarebbe stato ucciso nel '68 sul balcone del Lorraine Motel di Memphis), nel ghetto nero di Detroit ebbe luogo una rivolta scatenata da una retata della polizia in un bar dove si vendevano alcolici senza permesso. Il governatore del Michigan inviò la Guardia Nazionale a sedare la rivolta, e il presidente Lyndon Johnson gli fece dare man forte dall'esercito. L'episodio paradigmatico di quel tumulto fu il sequestro di un gruppetto di giovani uomini neri e di due ragazze bianche all'interno del Motel Algiers: un episodio di brutalità da parte della polizia (con il fiancheggiamento di alcuni militari) che è una ferita nella coscienza dell'America. 
Negli Stati Uniti il massacro del Motel Algiers è molto noto, lo è invece molto meno nel resto del mondo. E la scelta di Kathryn Bigelow di concentrare la propria attenzione su quell'evento accaduto cinquant'anni fa è parte della generale riflessione che il cinema americano sta facendo sulla "questione afroamericana".

Dal 23 novembre
Il domani tra di noi

Dall'omonimo romanzo di Charles Martin, una tragica avventura in mezzo alla natura e un'appassionata storia d'amore.

Il domani tra di noi

Dall'omonimo romanzo di Charles Martin, una tragica avventura in mezzo alla natura e un'appassionata storia d'amore.

Regia di Hany Abu-Assad

Con Idris Elba, Kate Winslet, Dermot Mulroney, Beau Bridges, Lucia Walters

Durata: 103'

The Mountain Between Us è l'adattamento per il grande schermo dell'omonimo romanzo di Charles Martin. Sceneggiato da J. Mills Goodloe, il film è sia un racconto straziante di sopravvivenza, ma anche una storia d'amore. Ashley è una scrittrice che prende un aereo da Salt Lake City, in direzione est, per il suo matrimonio. Ben è un medico di ritorno da una conferenza. Quando viene annunciata la cancellazione del volo a causa di una guasto, i due estranei decidono di noleggiare un piccolo aeroplano. Purtroppo il pilota viene sopraffatto da un attacco di cuore, così il veicolo si schianta su una desolata montagna innevata. Il medico si rompe alcune costole e si frattura una gamba. Ma fortunatamente, è uno scalatore appassionato, e si sforza di aiutare la donna e farla scendere dalla montagna in tempo per sposarsi. 

Dal 23 novembre
Gli sdraiati

Un film sull'Italia del nostro tempo che racconta il rapporto conflittuale tra padre e figlio adolescente.

Gli sdraiati

Un film sull'Italia del nostro tempo che racconta il rapporto conflittuale tra padre e figlio adolescente.

Regia di Francesca Archibugi

Con Claudio Bisio, Gaddo Bacchini, Cochi Ponzoni, Antonia Truppo, Gigio Alberti

Il film è tratto da "Gli sdraiati", bestseller internazionale di Michele Serra dedicato al conflitto generazionale. Un padre e un figlio sono il fulcro di tante storie raccontate nel mondo, dall'Iliade e dall'Odissea in poi. Rapporti eroici, drammatici o buffoneschi: in tutti gli stili si cerca di capire il motore di questo conflitto che manda avanti il mondo, l'alternanza delle generazioni. La vecchia storia sull'accettare di invecchiare, l'accettare di crescere. Nella nebbia, fra le scintille, le urla, le lacrime e le risate. Dentro l'Italia del nostro tempo.

Dal 23 novembre
American Assassin

Dall'omonimo romanzo di Vince Flynn, la vita dell'agente Mitch Rapp, da studente del college a recluta di una missione pericolosissima in Medio oriente.

American Assassin

Dall'omonimo romanzo di Vince Flynn, la vita dell'agente Mitch Rapp, da studente del college a recluta di una missione pericolosissima in Medio oriente.

Regia di Michael Cuesta

Con Dylan O'Brien, Taylor Kitsch, Michael Keaton, Shiva Negar, Sanaa Lathan, Trevor White

Durata: 111'

Talentuoso studente universitario e promettente atleta del college, Mitch Rapp è vittima di un attacco terroristico durante il quale rimane uccisa la sua fidanzata. Ferito dalla perdita comincia a maturare la voglia di vendicarsi e viene reclutato dal programma più prestigioso di operazioni segrete degli USA. A formarlo trova il veterano della Guerra Fredda Stan Hurley che gli insegna come combattere fino a quando Mitch viene scelto per una missione molto pericolosa. 
Il noto regista, sceneggiatore e produttore Edward Zwick ha scritto lo script per questo thriller, basato sul romanzo di Vince Flynn, che descrive la vita dell'agente della CIA Mitch Rapp. 

 

 

Dal 23 novembre
Flatliners - Linea Mortale

Un gruppo di studenti sperimenta l'esperienza della pre-morte ma le cose, piano piano, diventano sempre più pericolose.

Flatliners - Linea Mortale

Un gruppo di studenti sperimenta l'esperienza della pre-morte ma le cose, piano piano, diventano sempre più pericolose.

Regia di Niels Arden Oplev

Con Nina Dobrev, Ellen Page, Diego Luna, Kiersey Clemons, James Norton

Durata: 110'

Il remake del film degli anni novanta Linea mortale. Cinque studenti di medicina, sperando di farsi un'idea del mistero che si nasconde oltre i confini della vita, si avventurano in un esperimento audace e pericoloso. Interrompendo il proprio cuore per brevi periodi di tempo, ognuno provoca a se stesso un'esperienza di premorte. Mentre la ricerca diventa sempre più pericolosa, i ragazzi sono costretti ad affrontare i peccati delle loro vite precedenti, oltre a doversela vedere con le conseguenze paranormali causate dallo sconfinamento nell'aldilà.

Dal 23 novembre
Caccia al tesoro

Una banda cerca di rubare il tesoro di San Gennaro per aiutare il figlio di una di loro a salvarsi da una brutta malattia al cuore.

Caccia al tesoro

Una banda cerca di rubare il tesoro di San Gennaro per aiutare il figlio di una di loro a salvarsi da una brutta malattia al cuore.

Regia di Carlo Vanzina

Con Vincenzo Salemme, Max Tortora, Carlo Buccirosso, Gennaro Guazzo, Serena Rossi

La storia di Domenico Greco, sfortunato attore teatrale che naviga nei debiti e vive a sbafo in casa della cognata Rosetta, vedova di suo fratello, che ha un figlio di 9 anni malato di cuore. L'unico modo per salvarlo sarebbe operarlo in America, ma l'operazione costa 160 mila euro. Disperati, vanno a pregare San Gennaro chiedendo un miracolo. E San Gennaro risponde dando loro il via libera per "prendersi" uno dei gioielli della sua Mitra custodita insieme al famoso Tesoro nella cripta della chiesa. In realtà sono le parole di un parcheggiatore che rimbombano nella navata. Parte così una 'caccia al tesoro' che li porterà da Napoli a Torino, fino a Cannes.

 

Dal 23 novembre
Nut Job - Tutto molto divertente

Il sequel di The Nut Job, il film d'animazione che ha come protagonista uno scoiattolo dispettoso.

Nut Job - Tutto molto divertente

Il sequel di The Nut Job, il film d'animazione che ha come protagonista uno scoiattolo dispettoso.

Regia di Cal Brunker

Con Will Arnett, Katherine Heigl, Maya Rudolph, Bobby Cannavale

Durata: 91'

Tornano i protagonisti di Nut Job con una nuova e divertentissima avventura. Il gruppo di roditori capitanato da Spocchia e dal topo muto Buddy è minacciato dal progetto del sindaco di trasformare il loro parco in un luna park. I due guideranno la rivolta degli animali al ritmo di "andiamo a comandare" e Spocchia troverà anche l'amore con la scoiattolina Andie.

LIVE 26 novembre
La bisbetica domata | Balletto del Bolshoi

Il balletto ispirato alla commedia di Shakespeare. Con le musiche di Dmitri Shostakovich

La bisbetica domata | Balletto del Bolshoi

Il balletto ispirato alla commedia di Shakespeare. Con le musiche di Dmitri Shostakovich

Durata: 125'

Ispirato alla commedia di William Shakespeare e diviso in due atti, il balletto La bisbetica domata andò in scena per la prima volta a Stoccarda nel 1969; arrivò a completare quella che molti considerano la trilogia dei balletti narrativi a serata intera di John Cranko, affiancando proprio Romeo e Giulietta e Onegin.

Commedia ambientata in Italia, che vanta innumerevoli e fortunate letture teatrali, coreografiche e cinematografiche, The Taming of the Shrew – questo il titolo originale – ha affascinato e continua ad affascinare gli autori, per l’abile intreccio e la fervida fantasia teatrale shakespeariane, l’ironia e il gioco dei rapporti tra uomo e donna, l’allegria di questa storia frizzante e coinvolgente.

Nella Padova del XVI secolo il ricco Baptista non vuole concedere la mano della figlia minore Bianca finché non si sarà maritata la maggiore Katherina; tanto la prima è docile e amabile, tanto la seconda è bisbetica e intrattabile. I corteggiatori di Bianca convincono il veronese Petruccio a corteggiare Katherina, sperando che il matrimonio di questa permetta finalmente anche a Bianca di prendere marito. In Petruccio Caterina troverà un marito capace di tenere testa alla sua indole irascibile, in grado di domarla grazie al polso, ma anche all’amore. Sarà invece lo studente Lucenzio, travestitosi da istitutore, a far breccia nel cuore di Bianca.

Con il personale adattamento della commedia di Shakespeare, pensato su misura per i ballerini del Bolshoi, il coreografo Jean-Christophe Maillot inscena due ore magnetiche di danza continua, evidenziando l’audacia e l’energia del Bolshoi in un modo completamente nuovo.

Jean-Christophe Maillot (1960) studia danza e pianoforte al Conservatorio Nazionale Regionale di Tours, città natale, e frequenta la Scuola Internazionale di Danza “Rossella Hightower” a Cannes. Nel 1978 viene contattato da John Neumeier per entrare a far parte del Balletto di Amburgo, dove interpreta alcuni ruoli primari delle creazioni del coreografo americano, ma un incidente pone fine alla sua carriera di ballerino. Nel 1983 è nominato coreografo e direttore del Ballet du Grand Théâtre di Tours, poi Centro Coreografico Nazionale. Fonda, nel 1985, il Festival “Le Chorégraphique” e nel 1986 viene invitato a Monaco, dove diventa consigliere artistico per la stagione 1992-1993 e viene poi nominato, nel 1993, direttore-coreografo di Les Ballets de Monte-Carlo da S.A.R. la Principessa di Hannover.

Nel 2000 Maillot istituisce il Monaco Dance Forum, una vetrina internazionale che si propone di essere per il mondo della danza ciò che il Festival di Cannes rappresenta per il cinema. Grazie alle numerose tournée internazionali, Jean-Christophe Maillot è diventato uno dei coreografi francesi più rappresentati all’estero. Jean-Christophe Maillot è Ufficiale dell’Ordine del Merito Culturale del Principato di Monaco, Cavaliere dell’Ordine delle Arti e delle Lettere, Cavaliere della Legion d’Onore. Il 17 novembre 2005 è stato nominato Cavaliere dell’Ordine di San Carlo da S.A.S. il Principe Alberto di Monaco.

 

27 e 28 novembre
Detroit - V.O.

A Detroit nella seconda metà degli Anni Sessanta si sono sviluppate numerose rivolte contro il razzismo dilagante.

Detroit - V.O.

A Detroit nella seconda metà degli Anni Sessanta si sono sviluppate numerose rivolte contro il razzismo dilagante.

Regia di Kathryn Bigelow

Con Will Poulter, Hannah Murray, Jack Reynor, John Boyega, Anthony Mackie

Durata: 143'

Nel 1967, in piena epoca di battaglie per i diritti civili da parte degli afroamericani (Martin Luther King sarebbe stato ucciso nel '68 sul balcone del Lorraine Motel di Memphis), nel ghetto nero di Detroit ebbe luogo una rivolta scatenata da una retata della polizia in un bar dove si vendevano alcolici senza permesso. Il governatore del Michigan inviò la Guardia Nazionale a sedare la rivolta, e il presidente Lyndon Johnson gli fece dare man forte dall'esercito. L'episodio paradigmatico di quel tumulto fu il sequestro di un gruppetto di giovani uomini neri e di due ragazze bianche all'interno del Motel Algiers: un episodio di brutalità da parte della polizia (con il fiancheggiamento di alcuni militari) che è una ferita nella coscienza dell'America. 
Negli Stati Uniti il massacro del Motel Algiers è molto noto, lo è invece molto meno nel resto del mondo. E la scelta di Kathryn Bigelow di concentrare la propria attenzione su quell'evento accaduto cinquant'anni fa è parte della generale riflessione che il cinema americano sta facendo sulla "questione afroamericana".

27 e 28 novembre
Canaletto a Venezia

La città sull'acqua raccontata dai quadri del celebre pittore.

Canaletto a Venezia

La città sull'acqua raccontata dai quadri del celebre pittore.

Regia di Phil Grabsky

Durata: 90'

 Il racconto che Canaletto (1697-1768) fece di Venezia viene percorso attraverso le opere conservate al Windsor Castle e a Buckingham Palace e grazie a uno splendido tour cinematografico attraverso la laguna. La storia della vita dell'artista tra calli, piazze e canali che ne furono il principale scenario e che Canaletto seppe immortalare come nessun altro pittore al mondo. Grazie ai commenti e agli approfondimenti dei curatori del Royal Collection, il film rivela anche la storia intrigante di come le opere di Canaletto siano giunte da Venezia sino alle collezioni regali inglesi.

 

27 novembre
120 battiti al minuto | I Lunedì d'Autore - V.O.

La storia della nascita di Act Up, un'organizzazione di attivisti che ha richiamato l'attenzione sulle conseguenze dell'AIDS. Ispirato a una storia vera. Film premiato al Festival di Cannes.

120 battiti al minuto | I Lunedì d'Autore - V.O.

La storia della nascita di Act Up, un'organizzazione di attivisti che ha richiamato l'attenzione sulle conseguenze dell'AIDS. Ispirato a una storia vera. Film premiato al Festival di Cannes.

Regia di Robin Campillo

Con Nahuel Pérez Biscayart, Arnaud Valois, Adèle Haenel, Antoine Reinartz

Durata: 135'

Introduce Daniel Casagrande

 Critico del SNCCI (Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani).

 

Accolto come un capolavoro all’ultimo Festival di Cannes, dove ha conquistato il Grand Prix, il Premio Fipresci e la Queer Palm, 120 battiti al minuto esce al cinema in Italia con Teodora il 5 ottobre e si candida a diventare uno dei grandi eventi cinematografici della stagione. “Ho amato quel film dal primo minuto sino all’ultimo – ha dichiarato commosso il presidente della giuria di Cannes, Pedro Almodóvar, dopo la premiazione – non mi sarebbe potuto piacere di più. Campillo ha raccontato storie di eroi veri che hanno salvato molte vite”.

La vicenda del film è ambientata nella Parigi dei primi anni Novanta, dove il giovane Nathan decide di unirsi agli attivisti di Act Up, associazione pronta tutto pur di rompere il silenzio generale sull’epidemia di AIDS che sta mietendo innumerevoli vittime. Anche grazie a spettacolari azioni di protesta, Act Up guadagna sempre più visibilità, mentre Nathan inizia una relazione con Sean, uno dei militanti più radicali del movimento.

“Mi sono unito a Act Up-Paris nell’aprile del 1992”, ricorda il regista Robin Campillo, già sceneggiatore dei maggiori film di Laurent Cantet, come La classe. “Fin dal primo incontro a cui ho partecipato, sono rimasto profondamente colpito dall’entusiasmo del gruppo, considerando che quegli anni sono stati i più duri del contagio. I gay che avevano subito inermi la malattia negli anni Ottanta, erano diventati attori chiave nella battaglia per sconfiggerla. La forza del movimento veniva dalle scintille che scoccavano tra gruppi diversi di individui che imparavano sul campo a costruire un discorso e una posizione comune al di là delle differenze. Con Philippe Mangeot, ex membro di Act Up che ha collaborato con me alla sceneggiatura, eravamo d’accordo sull’importanza di restituire innanzitutto la polifonia di voci e l’intensità delle discussioni. Oggi grazie a internet possiamo avere facilmente la sensazione di appartenere a una battaglia comune, ma questo modo di aggregarsi è difficile che prenda davvero corpo e metta radici. A quei tempi le persone dovevano unirsi fisicamente in uno spazio reale, fronteggiarsi gli uni con gli altri e confrontare le proprie idee”.

 

Dal 29 novembre
Amori che non sanno stare al mondo

Una storia d'amore che finisce e si trasforma in qualcosa di diverso quando lui incontra Giorgia, una nuova donna.

Amori che non sanno stare al mondo

Una storia d'amore che finisce e si trasforma in qualcosa di diverso quando lui incontra Giorgia, una nuova donna.

Regia di Francesca Comencini

Con Lucia Mascino, Thomas Trabacchi, Carlotta Natoli

Durata: 92'

Claudia (Lucia Mascino) e Flavio (Thomas Trabacchi) si sono amati, a lungo e morbosamente. Poi tutto è finito, e per lei è stato molto traumatico. Dopo tanti anni quello che entrambi vedono è un mondo alla deriva, come un’isola. Lui ha dentro la furia di andare avanti, tornare a terra; lei non vorrebbe dimenticare mai. Flavio incontra Giorgia, con l’energia e la freschezza dei trent’anni, e basta un attimo tra loro e la pioggia d’estate fa il resto. Claudia e Nina (Valentina Bellè) si conoscevano già, ma all’università, divise dal ruolo, dall’età, dall’idea che il rispetto non si sarebbe mai trasformato in amore. Eppure Nina è bellissima, seducente e meravigliosa, e il suo abbraccio ha una potenza a cui nessun donna può sottrarsi. Una commedia che guarda con ironia tagliente e grande lucidità al modo in cui le donne affrontano la fine di una storia d’amore, con Lucia Mascino e Thomas Trabacchi, insieme a Carlotta Natoli, Iaia Forte, Valentina Bellè e Camilla Semino Favro.

 

Detroit

A Detroit nella seconda metà degli Anni Sessanta si sono sviluppate numerose rivolte contro il razzismo dilagante.

Regia di Kathryn Bigelow

Con Will Poulter, Hannah Murray, Jack Reynor, John Boyega, Anthony Mackie

Durata: 143'

Nel 1967, in piena epoca di battaglie per i diritti civili da parte degli afroamericani (Martin Luther King sarebbe stato ucciso nel '68 sul balcone del Lorraine Motel di Memphis), nel ghetto nero di Detroit ebbe luogo una rivolta scatenata da una retata della polizia in un bar dove si vendevano alcolici senza permesso. Il governatore del Michigan inviò la Guardia Nazionale a sedare la rivolta, e il presidente Lyndon Johnson gli fece dare man forte dall'esercito. L'episodio paradigmatico di quel tumulto fu il sequestro di un gruppetto di giovani uomini neri e di due ragazze bianche all'interno del Motel Algiers: un episodio di brutalità da parte della polizia (con il fiancheggiamento di alcuni militari) che è una ferita nella coscienza dell'America. 
Negli Stati Uniti il massacro del Motel Algiers è molto noto, lo è invece molto meno nel resto del mondo. E la scelta di Kathryn Bigelow di concentrare la propria attenzione su quell'evento accaduto cinquant'anni fa è parte della generale riflessione che il cinema americano sta facendo sulla "questione afroamericana".

Gli sdraiati

Un film sull'Italia del nostro tempo che racconta il rapporto conflittuale tra padre e figlio adolescente.

Regia di Francesca Archibugi

Con Claudio Bisio, Gaddo Bacchini, Cochi Ponzoni, Antonia Truppo, Gigio Alberti

Il film è tratto da "Gli sdraiati", bestseller internazionale di Michele Serra dedicato al conflitto generazionale. Un padre e un figlio sono il fulcro di tante storie raccontate nel mondo, dall'Iliade e dall'Odissea in poi. Rapporti eroici, drammatici o buffoneschi: in tutti gli stili si cerca di capire il motore di questo conflitto che manda avanti il mondo, l'alternanza delle generazioni. La vecchia storia sull'accettare di invecchiare, l'accettare di crescere. Nella nebbia, fra le scintille, le urla, le lacrime e le risate. Dentro l'Italia del nostro tempo.

Il domani tra di noi

Dall'omonimo romanzo di Charles Martin, una tragica avventura in mezzo alla natura e un'appassionata storia d'amore.

Regia di Hany Abu-Assad

Con Idris Elba, Kate Winslet, Dermot Mulroney, Beau Bridges, Lucia Walters

Durata: 103'

The Mountain Between Us è l'adattamento per il grande schermo dell'omonimo romanzo di Charles Martin. Sceneggiato da J. Mills Goodloe, il film è sia un racconto straziante di sopravvivenza, ma anche una storia d'amore. Ashley è una scrittrice che prende un aereo da Salt Lake City, in direzione est, per il suo matrimonio. Ben è un medico di ritorno da una conferenza. Quando viene annunciata la cancellazione del volo a causa di una guasto, i due estranei decidono di noleggiare un piccolo aeroplano. Purtroppo il pilota viene sopraffatto da un attacco di cuore, così il veicolo si schianta su una desolata montagna innevata. Il medico si rompe alcune costole e si frattura una gamba. Ma fortunatamente, è uno scalatore appassionato, e si sforza di aiutare la donna e farla scendere dalla montagna in tempo per sposarsi. 

Caccia al tesoro

Una banda cerca di rubare il tesoro di San Gennaro per aiutare il figlio di una di loro a salvarsi da una brutta malattia al cuore.

Regia di Carlo Vanzina

Con Vincenzo Salemme, Max Tortora, Carlo Buccirosso, Gennaro Guazzo, Serena Rossi

La storia di Domenico Greco, sfortunato attore teatrale che naviga nei debiti e vive a sbafo in casa della cognata Rosetta, vedova di suo fratello, che ha un figlio di 9 anni malato di cuore. L'unico modo per salvarlo sarebbe operarlo in America, ma l'operazione costa 160 mila euro. Disperati, vanno a pregare San Gennaro chiedendo un miracolo. E San Gennaro risponde dando loro il via libera per "prendersi" uno dei gioielli della sua Mitra custodita insieme al famoso Tesoro nella cripta della chiesa. In realtà sono le parole di un parcheggiatore che rimbombano nella navata. Parte così una 'caccia al tesoro' che li porterà da Napoli a Torino, fino a Cannes.

 

Flatliners - Linea Mortale

Un gruppo di studenti sperimenta l'esperienza della pre-morte ma le cose, piano piano, diventano sempre più pericolose.

Regia di Niels Arden Oplev

Con Nina Dobrev, Ellen Page, Diego Luna, Kiersey Clemons, James Norton

Durata: 110'

Il remake del film degli anni novanta Linea mortale. Cinque studenti di medicina, sperando di farsi un'idea del mistero che si nasconde oltre i confini della vita, si avventurano in un esperimento audace e pericoloso. Interrompendo il proprio cuore per brevi periodi di tempo, ognuno provoca a se stesso un'esperienza di premorte. Mentre la ricerca diventa sempre più pericolosa, i ragazzi sono costretti ad affrontare i peccati delle loro vite precedenti, oltre a doversela vedere con le conseguenze paranormali causate dallo sconfinamento nell'aldilà.

American Assassin

Dall'omonimo romanzo di Vince Flynn, la vita dell'agente Mitch Rapp, da studente del college a recluta di una missione pericolosissima in Medio oriente.

Regia di Michael Cuesta

Con Dylan O'Brien, Taylor Kitsch, Michael Keaton, Shiva Negar, Sanaa Lathan, Trevor White

Durata: 111'

Talentuoso studente universitario e promettente atleta del college, Mitch Rapp è vittima di un attacco terroristico durante il quale rimane uccisa la sua fidanzata. Ferito dalla perdita comincia a maturare la voglia di vendicarsi e viene reclutato dal programma più prestigioso di operazioni segrete degli USA. A formarlo trova il veterano della Guerra Fredda Stan Hurley che gli insegna come combattere fino a quando Mitch viene scelto per una missione molto pericolosa. 
Il noto regista, sceneggiatore e produttore Edward Zwick ha scritto lo script per questo thriller, basato sul romanzo di Vince Flynn, che descrive la vita dell'agente della CIA Mitch Rapp. 

 

 

Nut Job - Tutto molto divertente

Il sequel di The Nut Job, il film d'animazione che ha come protagonista uno scoiattolo dispettoso.

Regia di Cal Brunker

Con Will Arnett, Katherine Heigl, Maya Rudolph, Bobby Cannavale

Durata: 91'

Tornano i protagonisti di Nut Job con una nuova e divertentissima avventura. Il gruppo di roditori capitanato da Spocchia e dal topo muto Buddy è minacciato dal progetto del sindaco di trasformare il loro parco in un luna park. I due guideranno la rivolta degli animali al ritmo di "andiamo a comandare" e Spocchia troverà anche l'amore con la scoiattolina Andie.

Detroit - V.O.

A Detroit nella seconda metà degli Anni Sessanta si sono sviluppate numerose rivolte contro il razzismo dilagante.

Regia di Kathryn Bigelow

Con Will Poulter, Hannah Murray, Jack Reynor, John Boyega, Anthony Mackie

Durata: 143'

Nel 1967, in piena epoca di battaglie per i diritti civili da parte degli afroamericani (Martin Luther King sarebbe stato ucciso nel '68 sul balcone del Lorraine Motel di Memphis), nel ghetto nero di Detroit ebbe luogo una rivolta scatenata da una retata della polizia in un bar dove si vendevano alcolici senza permesso. Il governatore del Michigan inviò la Guardia Nazionale a sedare la rivolta, e il presidente Lyndon Johnson gli fece dare man forte dall'esercito. L'episodio paradigmatico di quel tumulto fu il sequestro di un gruppetto di giovani uomini neri e di due ragazze bianche all'interno del Motel Algiers: un episodio di brutalità da parte della polizia (con il fiancheggiamento di alcuni militari) che è una ferita nella coscienza dell'America. 
Negli Stati Uniti il massacro del Motel Algiers è molto noto, lo è invece molto meno nel resto del mondo. E la scelta di Kathryn Bigelow di concentrare la propria attenzione su quell'evento accaduto cinquant'anni fa è parte della generale riflessione che il cinema americano sta facendo sulla "questione afroamericana".

Amori che non sanno stare al mondo

Una storia d'amore che finisce e si trasforma in qualcosa di diverso quando lui incontra Giorgia, una nuova donna.

Regia di Francesca Comencini

Con Lucia Mascino, Thomas Trabacchi, Carlotta Natoli

Durata: 92'

Claudia (Lucia Mascino) e Flavio (Thomas Trabacchi) si sono amati, a lungo e morbosamente. Poi tutto è finito, e per lei è stato molto traumatico. Dopo tanti anni quello che entrambi vedono è un mondo alla deriva, come un’isola. Lui ha dentro la furia di andare avanti, tornare a terra; lei non vorrebbe dimenticare mai. Flavio incontra Giorgia, con l’energia e la freschezza dei trent’anni, e basta un attimo tra loro e la pioggia d’estate fa il resto. Claudia e Nina (Valentina Bellè) si conoscevano già, ma all’università, divise dal ruolo, dall’età, dall’idea che il rispetto non si sarebbe mai trasformato in amore. Eppure Nina è bellissima, seducente e meravigliosa, e il suo abbraccio ha una potenza a cui nessun donna può sottrarsi. Una commedia che guarda con ironia tagliente e grande lucidità al modo in cui le donne affrontano la fine di una storia d’amore, con Lucia Mascino e Thomas Trabacchi, insieme a Carlotta Natoli, Iaia Forte, Valentina Bellè e Camilla Semino Favro.

 

Justice League

Tutti gli supereroi (DC Comics) sono uniti contro le forze del male,

Regia di Joss Whedon, Zack Snyder

Con Ben Affleck, Henry Cavill, Gal Gadot, Amber Heard, Amy Adams, Jason Momoa, Ezra Miller, Ray Fisher

Di fronte alla nuova minaccia in agguato, il miliardario Bruce Wayne rivaluta la scelta di lottare in solitaria e decide di fare squadra con un composito gruppo di supereroi, provenienti dai diversi angoli del pianeta. Entrato in possesso dei filmati che ritraggono alcuni metaumani mentre fanno uso di abilità sovrannaturali, il severo Batman, irruvidito dall'età che avanza ma ispirato dal recente sacrificio di Superman, si allea con la principessa delle amazzoni Wonder Woman nella perigliosa ricerca per scovarli e reclutarli tutti. Grazie ai costosi mezzi a disposizione, riesce a intrufolarsi nel covo segreto del giovane Barry Allen, il talentuoso perito forense di Central City, capace di muoversi a una velocità superiore a quella della luce. Ma se convincere l'amichevole Flash a unirsi alla causa non si rivela così complicato, reclutare il ritroso sovrano di Atlantide non è impresa da poco, nemmeno per il vigilante mascherato. Nel reagire alle pretese di Wayne, lo straniero di nome Arthur Curry, conosciuto come Aquaman, sfodera un temperamento impulsivo e autoritario degno del suo rango, e simile a quello di un'altra new entry, Victor Stone, l'ex atleta rivestito di componenti meccaniche che si è guadagnato per questo il soprannome di Cyborg. Con la squadra così al completo, guidata da Batman, le forze della Justice League sono pronte a difendere il pianeta da un attacco di proporzioni catastrofiche.

 

Ogni tuo respiro

Un giovane viene colpito dalla poliomelite ma la moglie non si arrende, lo porta a casa e si prende cura di lui malgrado le avvertenze dei medici.

Regia di Andy Serkis

Con Andrew Garfield, Claire Foy, Tom Hollander, Stephen Mangan, Dean-Charles Chapman

Durata: 107

L'avventuroso e carismatico Robin Cavendish ha tutta la vita davanti quando si ritrova paralizzato a causa della poliomielite che contrae mentre è in Africa. Contro il parere di tutti, sua moglie Diana lo fa dimettere dall'ospedale e lo porta a casa dove la sua dedizione e la sua intelligente determinazione trascendono la disabilità. Insieme, si rifiutano di diventare prigionieri della sofferenza di Robin e incantano gli altri con il loro umorismo, il loro coraggio e la loro sete di vita. 
Ogni tuo respiro è una commovente celebrazione del coraggio e delle possibilità dell'essere umano che scalda il cuore, una storia d'amore che insegna a vivere ogni respiro come se fosse l'ultimo.
Ispirato alla vera storia dei genitori del produttore Jonathan Cavendish, Ogni tuo respiro mostra come il modo in cui Robin ha affrontato la sua malattia, reagendo al suo destino, ha avuto un enorme impatto sulla mobilità e l'accesso dei disabili.

 

 

The big sick

Il racconto (vero) della storia d'amore tra gli sceneggiatori del film, Emily V. Gordon e Kumail Nanjiani.

Regia di Michael Showalter

Con Kumail Nanjiani, Zoe Kazan, Holly Hunter, Ray Romano, Anupam Kher, Zenobia Shroff

Durata: 119'

Kumail è uno stand-up comic che si guadagna da vivere come Uber driver. Nato in Pakistan e traslocato negli States, prova a conciliare tradizione e american life. Non lo fa per sé, Kumail è ansioso di sfuggire al problematico contatto con le proprie radici, ma per la famiglia che apparecchia il suo matrimonio e lo vorrebbe, in ordine (di valore) discendente dottore, ingegnere o avvocato. Davanti ai piatti tradizionali, la madre gli serve una ragazza pakistana da inserire in un file da cui pescare la futura sposa. Ma al cuore non si comanda e Kumail si innamora di Emily, una studentessa di psicologia.

 

 

The big sick

Il racconto (vero) della storia d'amore tra gli sceneggiatori del film, Emily V. Gordon e Kumail Nanjiani.

Regia di Michael Showalter

Con Kumail Nanjiani, Zoe Kazan, Holly Hunter, Ray Romano, Anupam Kher, Zenobia Shroff

Durata: 119'

Kumail è uno stand-up comic che si guadagna da vivere come Uber driver. Nato in Pakistan e traslocato negli States, prova a conciliare tradizione e american life. Non lo fa per sé, Kumail è ansioso di sfuggire al problematico contatto con le proprie radici, ma per la famiglia che apparecchia il suo matrimonio e lo vorrebbe, in ordine (di valore) discendente dottore, ingegnere o avvocato. Davanti ai piatti tradizionali, la madre gli serve una ragazza pakistana da inserire in un file da cui pescare la futura sposa. Ma al cuore non si comanda e Kumail si innamora di Emily, una studentessa di psicologia.

 

 

La signora dello zoo di Varsavia

Il film è l'adattamento cinematografico del romanzo "Gli ebrei dello zoo di Varsavia" di Diane Ackerman.

Regia di Niki Caro

Con Jessica Chastain, Johan Heldenbergh, Daniel Brühl, Tomothy Radford, Efrat Dor

Durata: 127'

Jan Zabisnki diventa direttore dello zoo di Varsavia nel 1929. Insieme a sua moglie Antonina popola il giardino zoologico, nato da una mostra itinerante ottocentesca di animali, delle specie più belle e più esotiche. Nel '39, però, l'invasione della Polonia da parte della Germania nazista, e il bombardamento che la precede, distruggono lo zoo e uccidono molti animali. Un accordo con il capo zoologo del Reich, Lutz Heck, permette loro di restare e riprendere il lavoro, ma i coniugi Żabiński faranno molto di più: riempiranno la loro cantina e le gabbie rimaste vuote con tutte le persone che riusciranno a far fuoriuscire in segreto dal ghetto di Varsavia. Rischiando la propria vita e quella di loro figlio, Antonina e Jan metteranno in salvo più di duecento ebrei, amici e sconosciuti, distinguendosi per straordinario coraggio e umanità.

La signora dello zoo di Varsavia

Il film è l'adattamento cinematografico del romanzo "Gli ebrei dello zoo di Varsavia" di Diane Ackerman.

Regia di Niki Caro

Con Jessica Chastain, Johan Heldenbergh, Daniel Brühl, Tomothy Radford, Efrat Dor

Durata: 127'

Jan Zabisnki diventa direttore dello zoo di Varsavia nel 1929. Insieme a sua moglie Antonina popola il giardino zoologico, nato da una mostra itinerante ottocentesca di animali, delle specie più belle e più esotiche. Nel '39, però, l'invasione della Polonia da parte della Germania nazista, e il bombardamento che la precede, distruggono lo zoo e uccidono molti animali. Un accordo con il capo zoologo del Reich, Lutz Heck, permette loro di restare e riprendere il lavoro, ma i coniugi Żabiński faranno molto di più: riempiranno la loro cantina e le gabbie rimaste vuote con tutte le persone che riusciranno a far fuoriuscire in segreto dal ghetto di Varsavia. Rischiando la propria vita e quella di loro figlio, Antonina e Jan metteranno in salvo più di duecento ebrei, amici e sconosciuti, distinguendosi per straordinario coraggio e umanità.

Finché c'è prosecco c'è speranza

Un'indagine intrigante e coinvolgente ambientata tra le affascinanti colline venete.

Regia di Antonio Padovan

Con Giuseppe Battiston, Teco Celio, Liz Solari, Roberto Citran, Silvia D'amico, Babak Karimi, Gisella Burinato, Rade Serbedzija

Campagna veneta, colline del Prosecco. L'ispettore Stucky, protagonista di Finché c'è prosecco c'è speranza, è chiamato a investigare su un apparente caso di suicidio: quello del facoltoso conte Desiderio Ancillotto, che si è tolto la vita con un gesto teatrale e improvviso.
Stucky (metà persiano, metà veneziano) appena promosso, tenta goffamente di portare avanti le indagini, schiacciato dall'inesperienza e dal peso di ingombranti questioni irrisolte. Tra filari e bollicine, il tenace ispettore si confronta con bottai, osti, confraternite di saggi bevitori, realizzando che la chiave per risolvere il mistero sta nella peculiare visione della vita che anima la zona; che la soluzione al suicidio-delitto del conte passa per la sua cantina, tra vetro e sughero, alcol e lieviti addormentati.

The place

Un uomo misterioso siede al tavolo di un ristorante, dal quale accoglie un gruppo di persone in cerca di fortuna.

Regia di Paolo Genovese

Con Valerio Mastandrea, Marco Giallini, Alessandro Borghi, Silvio Muccino, Alba Rohrwacher

Un misterioso uomo siede sempre allo stesso tavolo di un ristorante, pronto a esaudire i più grandi desideri di otto visitatori, in cambio di compiti da svolgere. Quanto saranno disposti a spingersi oltre i protagonisti per realizzare i loro desideri?

Paddington 2

Il secondo capitolo di Paddington basato sulle avventure letterarie dell'orsetto omonimo scritte da Michael Bond.

Regia di Paul King

Con Ben Whishaw, Hugh Grant, Brendan Gleeson, Julie Walters, Jim Broadbent, Imelda Staunton

Durata: 97'

Paddington è ormai un celebre membro di Windsow Gardens, la comunità in cui vive con la famiglia Brown. A caccia del regalo perfetto per il centenario di zia Lucy, il nostro simpatico e buffo amico trova un raro libro pop up in un negozietto di antiquariato. Dopo avere svolto una serie di lavoretti per tentare di comprarlo, il libro sparisce misteriosamente, scatenando l'orsacchiotto e la mitica famiglia Brown sulle tracce dell'astuto ladro che l’ha trafugato. Dopo il travolgente successo del primo film, anche questo secondo capitolo è uno strepitoso cocktail di azione e simpatia, ancora una volta diretto da Paul King e prodotto da David Heyman.

Una nuova e avventurosa trama accompagnata da grandi new entry nel già importantissimo cast: Hugh Grant e Brendan Gleeson, si aggiungono ai nostri amici anglosassoni Hugh Bonneville (Mr. Brown), Sally Hawkins (Mrs. Brown), Julie Walters (Miss Bird), Jim Broadbent (Mr. Gruber), Peter Capaldi (Mr. Curry), Madeleine Harris e Samuel Joslin (Judy e Jonathan Brown).

120 battiti al minuto | I Lunedì d'Autore - V.O.

La storia della nascita di Act Up, un'organizzazione di attivisti che ha richiamato l'attenzione sulle conseguenze dell'AIDS. Ispirato a una storia vera. Film premiato al Festival di Cannes.

Regia di Robin Campillo

Con Nahuel Pérez Biscayart, Arnaud Valois, Adèle Haenel, Antoine Reinartz

Durata: 135'

Introduce Daniel Casagrande

 Critico del SNCCI (Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani).

 

Accolto come un capolavoro all’ultimo Festival di Cannes, dove ha conquistato il Grand Prix, il Premio Fipresci e la Queer Palm, 120 battiti al minuto esce al cinema in Italia con Teodora il 5 ottobre e si candida a diventare uno dei grandi eventi cinematografici della stagione. “Ho amato quel film dal primo minuto sino all’ultimo – ha dichiarato commosso il presidente della giuria di Cannes, Pedro Almodóvar, dopo la premiazione – non mi sarebbe potuto piacere di più. Campillo ha raccontato storie di eroi veri che hanno salvato molte vite”.

La vicenda del film è ambientata nella Parigi dei primi anni Novanta, dove il giovane Nathan decide di unirsi agli attivisti di Act Up, associazione pronta tutto pur di rompere il silenzio generale sull’epidemia di AIDS che sta mietendo innumerevoli vittime. Anche grazie a spettacolari azioni di protesta, Act Up guadagna sempre più visibilità, mentre Nathan inizia una relazione con Sean, uno dei militanti più radicali del movimento.

“Mi sono unito a Act Up-Paris nell’aprile del 1992”, ricorda il regista Robin Campillo, già sceneggiatore dei maggiori film di Laurent Cantet, come La classe. “Fin dal primo incontro a cui ho partecipato, sono rimasto profondamente colpito dall’entusiasmo del gruppo, considerando che quegli anni sono stati i più duri del contagio. I gay che avevano subito inermi la malattia negli anni Ottanta, erano diventati attori chiave nella battaglia per sconfiggerla. La forza del movimento veniva dalle scintille che scoccavano tra gruppi diversi di individui che imparavano sul campo a costruire un discorso e una posizione comune al di là delle differenze. Con Philippe Mangeot, ex membro di Act Up che ha collaborato con me alla sceneggiatura, eravamo d’accordo sull’importanza di restituire innanzitutto la polifonia di voci e l’intensità delle discussioni. Oggi grazie a internet possiamo avere facilmente la sensazione di appartenere a una battaglia comune, ma questo modo di aggregarsi è difficile che prenda davvero corpo e metta radici. A quei tempi le persone dovevano unirsi fisicamente in uno spazio reale, fronteggiarsi gli uni con gli altri e confrontare le proprie idee”.

 

Miyazaki Never-Ending Man

Never-ending Man è un documentario dedicato al più grande visionario giapponese, l'instancabile Miyazaki torna a sorprenderci con un nuovo progetto.

Regia di Kaku Arakawa

Durata: 70'

Nausicaä della Valle del vento, Il Mio Vicino Tototoro, La Città Incantata, Il castello errante di Howl, solo per citarne alcuni, sono alcuni dei capolavori diretti da Miyazaki che, nel settembre del 2013, annunciò improvvisamente il suo ritiro dal mondo del cinema. Nonostante questa decisione, Miyazaki non poté trattenere il suo inarrestabile desiderio per la creazione e decise quindi di esplorare nuove forme espressive e nuove tecnologie.È stato così che un regista della TV giapponese NHK che, lo aveva seguito per oltre dieci anni, ha potuto documentare passo dopo passo il riavvicinamento del maestro al mondo dell’animazione, stavolta col supporto di giovani animatori di CGI. Ma non è stato facile… Miyazaki, da sempre amante del disegno a mano libera, ha incontrato diversi ostacoli e si è confrontato con computer graphic e animazione in CGI.Un approccio intimo e delicato per un documentario che ritrae lo Studio Ghibli e Miyazaki all’età di 70 anni, nel tentativo di ritornare – ancora una volta - alla ribalta.

La bisbetica domata | Balletto del Bolshoi

Il balletto ispirato alla commedia di Shakespeare. Con le musiche di Dmitri Shostakovich

Durata: 125'

Ispirato alla commedia di William Shakespeare e diviso in due atti, il balletto La bisbetica domata andò in scena per la prima volta a Stoccarda nel 1969; arrivò a completare quella che molti considerano la trilogia dei balletti narrativi a serata intera di John Cranko, affiancando proprio Romeo e Giulietta e Onegin.

Commedia ambientata in Italia, che vanta innumerevoli e fortunate letture teatrali, coreografiche e cinematografiche, The Taming of the Shrew – questo il titolo originale – ha affascinato e continua ad affascinare gli autori, per l’abile intreccio e la fervida fantasia teatrale shakespeariane, l’ironia e il gioco dei rapporti tra uomo e donna, l’allegria di questa storia frizzante e coinvolgente.

Nella Padova del XVI secolo il ricco Baptista non vuole concedere la mano della figlia minore Bianca finché non si sarà maritata la maggiore Katherina; tanto la prima è docile e amabile, tanto la seconda è bisbetica e intrattabile. I corteggiatori di Bianca convincono il veronese Petruccio a corteggiare Katherina, sperando che il matrimonio di questa permetta finalmente anche a Bianca di prendere marito. In Petruccio Caterina troverà un marito capace di tenere testa alla sua indole irascibile, in grado di domarla grazie al polso, ma anche all’amore. Sarà invece lo studente Lucenzio, travestitosi da istitutore, a far breccia nel cuore di Bianca.

Con il personale adattamento della commedia di Shakespeare, pensato su misura per i ballerini del Bolshoi, il coreografo Jean-Christophe Maillot inscena due ore magnetiche di danza continua, evidenziando l’audacia e l’energia del Bolshoi in un modo completamente nuovo.

Jean-Christophe Maillot (1960) studia danza e pianoforte al Conservatorio Nazionale Regionale di Tours, città natale, e frequenta la Scuola Internazionale di Danza “Rossella Hightower” a Cannes. Nel 1978 viene contattato da John Neumeier per entrare a far parte del Balletto di Amburgo, dove interpreta alcuni ruoli primari delle creazioni del coreografo americano, ma un incidente pone fine alla sua carriera di ballerino. Nel 1983 è nominato coreografo e direttore del Ballet du Grand Théâtre di Tours, poi Centro Coreografico Nazionale. Fonda, nel 1985, il Festival “Le Chorégraphique” e nel 1986 viene invitato a Monaco, dove diventa consigliere artistico per la stagione 1992-1993 e viene poi nominato, nel 1993, direttore-coreografo di Les Ballets de Monte-Carlo da S.A.R. la Principessa di Hannover.

Nel 2000 Maillot istituisce il Monaco Dance Forum, una vetrina internazionale che si propone di essere per il mondo della danza ciò che il Festival di Cannes rappresenta per il cinema. Grazie alle numerose tournée internazionali, Jean-Christophe Maillot è diventato uno dei coreografi francesi più rappresentati all’estero. Jean-Christophe Maillot è Ufficiale dell’Ordine del Merito Culturale del Principato di Monaco, Cavaliere dell’Ordine delle Arti e delle Lettere, Cavaliere della Legion d’Onore. Il 17 novembre 2005 è stato nominato Cavaliere dell’Ordine di San Carlo da S.A.S. il Principe Alberto di Monaco.

 

Canaletto a Venezia

La città sull'acqua raccontata dai quadri del celebre pittore.

Regia di Phil Grabsky

Durata: 90'

 Il racconto che Canaletto (1697-1768) fece di Venezia viene percorso attraverso le opere conservate al Windsor Castle e a Buckingham Palace e grazie a uno splendido tour cinematografico attraverso la laguna. La storia della vita dell'artista tra calli, piazze e canali che ne furono il principale scenario e che Canaletto seppe immortalare come nessun altro pittore al mondo. Grazie ai commenti e agli approfondimenti dei curatori del Royal Collection, il film rivela anche la storia intrigante di come le opere di Canaletto siano giunte da Venezia sino alle collezioni regali inglesi.

 

30 novembre
IN PREVENDITA
Pearl Jam – Let’s Play Two

Un film che racconta i concerti di Eddie Vedder e soci registrato durante il tour americano del 2016

Pearl Jam – Let’s Play Two

Un film che racconta i concerti di Eddie Vedder e soci registrato durante il tour americano del 2016

Regia di Danny Clinch

Con Pearl Jam

Durata: 120'

Chicago è la città natale di Eddie Vedder e i Pearl Jam hanno instaurato una relazione duratura con la città e con la squadra di baseball dei Chicago Cubs: un rapporto unico per il mondo dello sport e della musica celebrato nel 2016 con due straordinari concerti al Wrigley Field, lo stadio cittadino altresì definito “Cubs park”, in occasione dei festeggiamenti per la vittoria della World Series avvenuta dopo il più lungo digiuno della storia del baseball, ben 108 anni di distanza dal precedente titolo.
Così, a partire da “TEN” fino a “LIGHTNING BOLT”, il film concerto spazia attraverso tutto il catalogo di brani originali e cover che hanno caratterizzato la carriera 25ennale della band. All’interno interviste esclusive e un dietro le quinte che mostra i passaggi spontanei, nel quartiere di Wrigleyville, dall’atmosfera di una vittoria dei Cubs all’anticipazione e alla preparazione dei live della band. Attraverso gli occhi di Danny Clinch e la voce dei Pearl Jam (Eddie Vedder, Stone Gossard, Mike McCready, Matt Cameron, Jeff Ament), il film mostra il passato e il presente sia della band che dei Chicago Cubs e tramite la musica, il sudore e le speranze eterne che accumunano i fan dei Cubs e dei Pearl Jam, viene svelato il viaggio che ha creato questa speciale relazione.

Dal 13 dicembre
IN PREVENDITA
Star Wars: Gli ultimi Jedi

Il secondo capitolo della nuova trilogia ambientata trent'anni dopo Il Ritorno dello Jedi.

Star Wars: Gli ultimi Jedi

Il secondo capitolo della nuova trilogia ambientata trent'anni dopo Il Ritorno dello Jedi.

Regia di Rian Johnson

Con Mark Hamill, Daisy Ridley, Adam Driver, Oscar Isaac

Dopo aver mosso i primi passi in Il Risveglio della Forza, la coraggiosa Rey prende in mano le redini del suo destino nel secondo capitolo della nuova trilogia ambientata trent'anni dopo Il Ritorno dello JediStar Wars: Gli ultimi Jedi.
La Forza scorre nella giovane mercante di rottami, ma ha bisogno di un maestro che le insegni a controllarla. Rivelata la mappa che traccia la rotta per il nascondiglio segreto di Luke Skywalker, la ragazza attraversa l'universo fino al pianeta sperduto dove il cavaliere jedi si è ritirato in esilio volontario. Si inerpica lungo sentieri impervi, perlustra gli angoli più selvaggi dell'isola per incrociare lo sguardo del leggendario guerriero che ha combattuto e sconfitto l'Impero, e porgergli la vecchia spada laser appartenuta alla sua famiglia. Il gesto significativo riprende ed eguaglia il passaggio di testimone avvenuto nel corso della saga, nella quale l'allievo assume infine il ruolo di mentore. Intuitiva e tenace, Rey è la capofila delle nuove leve Jedi, pronta a contrastare le forze del sinistro Primo Ordine, in aiuto della Resistenza. Accanto a lei ritornano l'ex assaltatore Finn, il pilota di X-wing Poe Dameron, l'occhialuta aliena Maz Kanata (Lupita Nyong'o tramite performance capture) e il Generale Leia Organa (nell'ultima interpretazione di Carrie Fisher). Tra i servitori del Lato Oscuro, con il volto sfregiato dall'ultimo scontro con Rey, ritroviamo Kylo Ren, influenzato dalla misteriosa figura del Leader Supremo Snoke (Andy Serkis tramite performance capture).
Diretto dal fan della trilogia originale, Rian Johnson, nell'Episodio VIII J.J. Abrams torna in veste di produttore esecutivo. 

Dal 13 dicembre
IN PREVENDITA
Star Wars: Gli ultimi Jedi 3D

Il secondo capitolo della nuova trilogia ambientata trent'anni dopo Il Ritorno dello Jedi.

Star Wars: Gli ultimi Jedi 3D

Il secondo capitolo della nuova trilogia ambientata trent'anni dopo Il Ritorno dello Jedi.

Regia di Rian Johnson

Con Mark Hamill, Daisy Ridley, Adam Driver, Oscar Isaac

Dopo aver mosso i primi passi in Il Risveglio della Forza, la coraggiosa Rey prende in mano le redini del suo destino nel secondo capitolo della nuova trilogia ambientata trent'anni dopo Il Ritorno dello JediStar Wars: Gli ultimi Jedi.
La Forza scorre nella giovane mercante di rottami, ma ha bisogno di un maestro che le insegni a controllarla. Rivelata la mappa che traccia la rotta per il nascondiglio segreto di Luke Skywalker, la ragazza attraversa l'universo fino al pianeta sperduto dove il cavaliere jedi si è ritirato in esilio volontario. Si inerpica lungo sentieri impervi, perlustra gli angoli più selvaggi dell'isola per incrociare lo sguardo del leggendario guerriero che ha combattuto e sconfitto l'Impero, e porgergli la vecchia spada laser appartenuta alla sua famiglia. Il gesto significativo riprende ed eguaglia il passaggio di testimone avvenuto nel corso della saga, nella quale l'allievo assume infine il ruolo di mentore. Intuitiva e tenace, Rey è la capofila delle nuove leve Jedi, pronta a contrastare le forze del sinistro Primo Ordine, in aiuto della Resistenza. Accanto a lei ritornano l'ex assaltatore Finn, il pilota di X-wing Poe Dameron, l'occhialuta aliena Maz Kanata (Lupita Nyong'o tramite performance capture) e il Generale Leia Organa (nell'ultima interpretazione di Carrie Fisher). Tra i servitori del Lato Oscuro, con il volto sfregiato dall'ultimo scontro con Rey, ritroviamo Kylo Ren, influenzato dalla misteriosa figura del Leader Supremo Snoke (Andy Serkis tramite performance capture).
Diretto dal fan della trilogia originale, Rian Johnson, nell'Episodio VIII J.J. Abrams torna in veste di produttore esecutivo. 

 

 

LIVE 17 dicembre
IN PREVENDITA
Lo schiaccianoci | Balletto del Bolshoi

Il più amato dei balletti classici ritorna in una versione ricca di romanticismo, firmata da Yuri Grigorovich

Lo schiaccianoci | Balletto del Bolshoi

Il più amato dei balletti classici ritorna in una versione ricca di romanticismo, firmata da Yuri Grigorovich

Durata: 125'

Lo schiaccianoci debuttò in prima assoluta nel 1892 al Teatro Mariinsky di San Pietroburgo. Si tratta dell'ultimo balletto messo in musica da Pyotr Ilyich Tchaikovsky, nonché uno dei più popolari di tutti i tempi. Per quest'opera, come per La Bella Addormentata, il grande compositore ha unito nuovamente le forze con Marius Petipa. La nuova versione proposta oggi, e creata per il Bolshoi da Yuri Grigorovich, è ricca di romanticismo ma anche di riflessioni filosofiche sull'amore ideale. Il balletto è così diventato uno dei grandi classici del ventesimo secolo ed è, con Spartacus e Ivan il Terribile, uno dei lavori più famosi del coreografo, direttore artistico del Bolshoi Ballet fino al 1995.
La storia è ambientata alla vigilia di Natale a casa dei coniugi Stahlbaum, che vivono con i figli Marie e Fritz. Famiglia e amici si sono riuniti per i festeggiamenti e per consegnare ai bambini i loro regali di Natale. Il padrino di Marie, Drosselmeyer, le dona uno strano giocattolo: uno schiaccianoci di legno intagliato a forma di un uomo. A mezzanotte, dopo la conclusione dei festeggiamenti, tutti i giocattoli prendono magicamente vita. Lo schiaccianoci cresce fino ad assumere dimensioni reali e diviene la guida dei soldatini di piombo impegnati nel salvataggio di Marie, che è minacciata dal re dei topi e da tutto il suo terribile esercito.

Dal 30 novembre
Assassinio sull'Orient Express

Ridley Scott produce il remake del best seller di Agatha Christie, la storia di un assassinio avvenuto nello scompartimento di un treno.

Assassinio sull'Orient Express

Ridley Scott produce il remake del best seller di Agatha Christie, la storia di un assassinio avvenuto nello scompartimento di un treno.

Regia di Kenneth Branagh

Con Kenneth Branagh, Penélope Cruz, Willem Dafoe, Judi Dench, Johnny Depp, Josh Gad

Tutti sono riuniti in una stanza, Hercule Poirot sta per rivelare l'assassino. Un epilogo ormai classico, immortale, quintessenza del genere giallo. Il baffuto detective belga, creato da Agatha Christie, riflessivo e ironico, ha la capacità di rendere rassicuranti racconti di delitti, tradimenti e varie nefandezze del genere umano. Nelle ricostruzioni di Poirot tutto diviene astrazione, una dolente riflessione sulla natura umana, una maniera unica di inquadrare vizi e virtù della borghesia. Assassinio sull'Orient Express è forse il più celebre ed eccentrico tra i casi risolti dall'infallibile Poirot. Di certo quello che ha goduto di più trasposizioni cinematografiche, a partire da quella diretta da Sidney Lumet nel 1974, in cui a vestire i panni del detective è Albert Finney. In seguito sarà Peter Ustinov a interpretare più volte Poirot, divenendo una maschera immortale, a cui l'investigatore è comunemente associato. Nel 2017, quando un remake non si nega a nessuno, il treno riprende a sbuffare e la pantomima di delitti e menzogne ricomincia il suo iter. Ora è Kenneth Branagh a lisciarsi i baffi ed elaborare teorie, nel doppio ruolo di regista e protagonista.

Dal 30 novembre
Gli eroi del Natale

La storia della natività vista attraverso gli occhi degli animali del presepe.

Gli eroi del Natale

La storia della natività vista attraverso gli occhi degli animali del presepe.

Regia di Timothy Reckart

Con Keegan Michael Key, Zachary Levi, Steven Yeun, Gina Rodriguez

Un nuovo film d'animazione per grandi e piccini che racconta la storia più antica e conosciuta di tutti i tempi. Questa volta, a raccontarci le vicende riguardanti la natività di Gesù, saranno i simpatici animaletti protagonisti dei nostri presepi. Un piccolo ma coraggioso asinello ed i suoi amici diventeranno gli inaspettati eroi del Natale.

 

Dal 30 novembre
Smetto quando voglio - Ad Honorem

Il terzo capitolo della trilogia dedicata alla banda di Smetto quando voglio

Smetto quando voglio - Ad Honorem

Il terzo capitolo della trilogia dedicata alla banda di Smetto quando voglio

Regia di Sydney Sibilia

Con Edoardo Leo, Valerio Aprea, Valeria Solarino, Paolo Calabresi

Dopo il successo di Smetto quando voglio - storia di sette brillanti cervelli, laureati nelle discipline più complesse ma ormai senza lavoro, a cui viene un'idea geniale (ma non proprio legale) per sconfiggere la (loro) crisi - il regista salernitano Sydney Sibilia porta sul grande schermo il sequel del film. 
Le riprese di Smetto quando voglio - La trilogia, secondo e terzo capitolo della "saga comedy" di Sydney Sibilia, sono girati insieme nel corso di 16 settimane tra Roma, Lagos e Bangkok. La banda dei sette laureati composta da Edoardo Leo, Valerio Aprea, Paolo Calabresi, Libero De Rienzo, Stefano Fresi, Lorenzo Lavia e Pietro Sermonti torna sul set insieme a Neri Marcorè e Valeria Solarino. Si uniranno a loro nuovi laureati, esperti delle più diverse discipline. 
"La mia generazione è cresciuta guardando saghe cinematografiche e mi divertiva molto immaginare cosa sarebbe successo immergendo la commedia all'italiana, nella sua accezione più classica, in una trilogia", spiega il regista. 
Scritto da Sydney Sibilia con Francesca Manieri e Luigi Di Capua, Smetto quando voglio - La trilogia è una produzione Groenlandia, Fandango con Rai Cinema prodotto da Domenico Procacci e Matteo Rovere.

Dal 30 novembre
Seven Sisters

Noomi Rapace veste i panni di sette sorelle gemelle in cerca della salvezza.

Seven Sisters

Noomi Rapace veste i panni di sette sorelle gemelle in cerca della salvezza.

Regia di Tommy Wirkola

Con Noomi Rapace, Willem Dafoe, Glenn Close, Robert Wagner

Durata: 123'

In un futuro tetro, la sovrappopolazione obbliga il governo a misure estreme. Il piano di Nicolette Cayman prevede di obbligare le famiglie ad avere un solo figlio: fratelli e sorelle saranno ibernati in attesa di tempi migliori. Ma Terrence riesce ad aggirare i controlli del Child Allocation Bureau, facendo assumere alle sue sette nipotine gemelle la medesima identità. Ognuna si chiamerà come un giorno della settimana e in quello stesso giorno potrà uscire di casa. Per il mondo le sette sorelle corrispondono a un'unica persona: Karen Settman.

4 dicembre
Una donna fantastica | I Lunedì d'Autore - V.O.

Le vicende tragicomiche di una giovane che scopre il passato ingombrante di un compagno tanto più anziano di lei. Il film è stato premiato al Festival di Berlino.

Una donna fantastica | I Lunedì d'Autore - V.O.

Le vicende tragicomiche di una giovane che scopre il passato ingombrante di un compagno tanto più anziano di lei. Il film è stato premiato al Festival di Berlino.

Regia di Sebastian Lelio

Con Luis Gnecco, Aline Küppenheim, Amparo Noguera

Durata: Cile, Germania

Introduce Michele Gottardi

Critico del SNCCI (Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani).

 

Santiago del Cile. Orlando, un ultracinquantenne imprenditore tessile, ha una soddisfacente relazione con Marina e intende festeggiarne il compleanno con un viaggio alle cascate di Iguazu. La sera della ricorrenza ha un malore in seguito al quale cade dalle scale di casa. Marina lo porta all'ospedale e avvisa il fratello che sopraggiunge. Orlando è deceduto e Marina viene invitata dalla ex moglie a tenersi lontana dalle esequie e dalla sua famiglia. Non perché sia l'amante ma perché è un transgender.

Dal 6 dicembre
Suburbicon

Il film è il sesto diretto da George Clooney che questa volta si è affidato ad una sceneggiatura scritta dai fratelli Coen.

Suburbicon

Il film è il sesto diretto da George Clooney che questa volta si è affidato ad una sceneggiatura scritta dai fratelli Coen.

Regia di George Clooney

Con Oscar Isaac, Matt Damon, Josh Brolin, Woody Harrelson, Julianne Moore, Glenn Fleshler

Durata: 104'

Gardner Lodge vive nella ridente Suburbicon con la moglie Rose, rimasta paralizzata in seguito ad un incidente, e il figlio Nicky. La sorella gemella di Rose, Margaret, è sempre con loro, per aiutare in casa. L'apparente tranquillità della cittadina entra in crisi quando una coppia di colore, i Meyers, con un bambino dell'età di Nicky, si trasferisce nella villetta accanto ai Gardner. L'intera comunità di Suburbicon s'infiamma e si adopra per ricacciare indietro “i negri” con ogni mezzo. Intanto, due delinquenti, irrompono nottetempo nell'abitazione dei Lodge e li stordiscono con il cloroformio, uccidendo Rose.

 

Dal 6 dicembre
Bad Moms 2: Mamme molto più cattive

Tre mamme devono cimentarsi nell'organizzazione stressante delle festività natalizie in famiglia. E non solo.

Bad Moms 2: Mamme molto più cattive

Tre mamme devono cimentarsi nell'organizzazione stressante delle festività natalizie in famiglia. E non solo.

Regia di Jon Lucas, Scott Moore

Con Mila Kunis, Kristen Bell, Kathryn Hahn, Jay Hernandez, Christine Baranski, Oona Laurence

 

Le mamme di Bad Moms tornano in questo sequel dove sono protagoniste dello stress che comporta il Natale in famiglia. Dovranno affrontare anche l'arrivo delle relative mamme in visita in occasione delle feste. Dagli autori di Una notte da leoni una commedia corale tutta al femminile in cui le mamme lavoratrici e figlio-centriche sono pronte ancora una volta a liberarsi della loro respondabilità per darsi alla pazza gioia e abbandonarsi al divertimento.

Dal 6 dicembre
Il premio

Un viaggio pieno di imprevisti, da Roma a Stoccolma, con tutta la famiglia è anche l'occasione per conoscersi veramente.

Il premio

Un viaggio pieno di imprevisti, da Roma a Stoccolma, con tutta la famiglia è anche l'occasione per conoscersi veramente.

Regia di Alessandro Gassmann

Con Gigi Proietti, Rocco Papaleo, Anna Foglietta, Alessandro Gassmann, Matilda De Angelis

Il film racconta il viaggio di Giovanni Passamonte (Gigi Proietti), uno scrittore di fama internazionale che viene insignito del premio Nobel per la Letteratura. Per paura di volare, Passamonte decide di partire verso Stoccolma in auto con Rinaldo (Rocco Papaleo), suo assistente da sempre. Inaspettatamente, si uniscono a loro i due figli Oreste (Alessandro Gassmann) proprietario di una palestra prossima alla chiusura e Lucrezia (Anna Foglietta) inconcludente e nevrotica blogger. Durante le numerose tappe di questo viaggio pieno di imprevisti, il gruppo incontrerà curiosi personaggi che metteranno ironicamente in discussione le certezze dei protagonisti, costringendoli finalmente a svelare dinamiche familiari insospettabili e a conoscersi veramente.

 

 

Dal 6 dicembre
My Little Pony : Il Film

Un'avventura ai confini di Equestria.

My Little Pony : Il Film

Un'avventura ai confini di Equestria.

Regia di Jayson Thiessen

Con Emily Blunt, Zoe Saldana, Kristin Chenoweth, Sia, Liev Schreiber, Michael Peña

Durata: 99'

Tornano le eroiche Power Pony! Twilight Sparkle, Pinkie Pie, Applejack, Rainbow Dash, Rarity e Fluttershy sono pronte per un nuovo entusiasmante viaggio oltre i confini di Equestria. Una forza oscura minaccia Ponyville: le nostre amiche dovranno partire per una spericolata avventura dove si imbatteranno in avvincenti sfide ma anche in tanti nuovi amici. Sarà proprio la forza dell'amicizia abbinata ad un pizzico di magia ad aiutarle a sconfiggere il nemico e a salvare la loro amata dimora.

Dal 6 dicembre
Patti Cake$

Patricia Dombrowski è un'aspirante rapper pronta a combattere un mondo di centri commerciali e strip club per portare a termine la sua improbabile missione di gloria.

Patti Cake$

Patricia Dombrowski è un'aspirante rapper pronta a combattere un mondo di centri commerciali e strip club per portare a termine la sua improbabile missione di gloria.

Regia di Geremy Jasper

Con Danielle Macdonald, Bridget Everett, Siddharth Dhananjay, Mamoudou Athie, Cathy Moriarty, McCaul Lombardi

Durata: 108'

Nei suoi sogni è Patti Cake$, alias Miss Killa P., regina del rap, e sua nonna la chiama da sempre Superstar. Ma tutto il resto dell'anonimo paese nel New Jersey incui e' cresciuta, poco distante ma già troppo lontano da Manhattan, l'ha soprannominata Dumbo, fin dai tempi delle medie. Patricia Dombroski, 23 anni e un futuro dietro le spalle, è troppo grassa e troppo bianca per sognare di fare la star del rap, genere prevalentemente nero e misogino. Ma Patricia ha i suoi alleati: il suo migliore amico Jheri, giovane farmacista di origine indiana dedito anima e corpo alla musica, e Basterd, rapper nerissimo duro e puro che si autodefinisce "l'anarchico anticristo" ma che non crede "nell'oggettificazione delle donne" (scopriremo sloo più avanti perchè sa esprimersi in modo così forbito). Fra i detrattori di Patricia invece c'è la madre Barbra, ex cantante pop rock negli anni Ottanta, che ha ancora una gran voce ma è ridotta ad esibirsi in locali malfamati e miserabili. Barbra ripete alla figlia che è a causa (leggi: colpa) sua che non ha avuto la sua grande occasione, e spinge la ragazza ad accettare qualsiasi lavoro per mantenere l'intera famiglia, abbandonando le sue "velleità" di artista "senza nemmeno una goccia di talento musicale nelle vene". Starà a Patti Cake$ e ai suoi amici dimostrare al mondo che nel rap ci sono rabbia, ritmo e poesia, e che chiunque abbia queste qualità è autorizzato a portarle in palcoscenico.

Dal 7 dicembre
Due sotto il burqa

Armand e Leila stanno per andare a New York insieme. Ma poco prima di partire accade qualcosa di inaspettato.

Due sotto il burqa

Armand e Leila stanno per andare a New York insieme. Ma poco prima di partire accade qualcosa di inaspettato.

Regia di Sou Abadi

Con Félix Moati, Camélia Jordana, William Lebghil, Anne Alvaro, Carl Malapa

Durata: 88'

Leila e Armand studiano a Scienze Politiche e si amano. I genitori di lui sono iraniani che hanno lasciato la patria dopo l'avvento di Khomeini. Lei invece si vede piombare in casa il fratello Mahmoud, reduce dallo Yemen dove ha aderito al radicalismo islamico. Una delle sue prime imposizioni è quella di impedire alla sorella di incontrare Armand. Il quale però trova una soluzione. Indossa l'abito integrale che lascia scoperti solo gli occhi e si presenta a casa di Leila come una fanciulla di nome Sheherazade bisognosa di lezioni. La 'studentessa' attrae però l'attenzione amorosa di Mahmoud e questo complica non poco le cose.

 

Dal 7 dicembre
Bigfoot Junior

Un'avventura animata alla ricerca di una creatura altrettanto magica quanto leggendaria: il Bigfoot!

Bigfoot Junior

Un'avventura animata alla ricerca di una creatura altrettanto magica quanto leggendaria: il Bigfoot!

Regia di Jeremy Degruson, Ben Stassen

Con Cinda Adams, Bob Barlen, Cal Brunker, Joey Camen

Durata: 92'

Il duo di registi Jeremy Degruson e Ben Stassen (Il castello magico), firma una nuova emozionante avventura animata con protagonista il temerario figlio di Bigfoot. Bigfoot Junior si chiama Adam e non ha mai conosciuto suo padre. Quando un giorno scova una pista che può condurlo dal genitore scomparso, il ragazzino spettinato - zaino in spalla e scarpe comode - si inoltra nel folto della foresta alla ricerca di una creatura magica e leggendaria. Bigfoot non combacia con i racconti dell'orrore che lo dipingono un gigantesco mostro famelico, ma si rivela un padre affettuoso e giocherellone, impaziente di mostrare al figlioletto gli smisurati poteri dei "Piedoni". Perché mai, allora, ha abbandonato la sua famiglia? Per proteggerla da un'organizzazione senza scrupoli intenzionata a utilizzare il suo DNA per condurre abominevoli esperimenti scientifici. Quello che Adam non sa è che gli uomini dell'organizzazione lo hanno seguito per stanare e catturare Bigfoot Senior.

 

 

11 dicembre
Nico 1988 | I Lunedì d'Autore - V.O.

Susanna Nicchiarelli affronta la vita di Nico, una delle donne più affascinanti degli Anni Ottanta. Il film è stato premiato al Festival di Venezia.

Nico 1988 | I Lunedì d'Autore - V.O.

Susanna Nicchiarelli affronta la vita di Nico, una delle donne più affascinanti degli Anni Ottanta. Il film è stato premiato al Festival di Venezia.

Regia di Susanna Nicchiarelli

Con Trine Dyrholm, John Gordon Sinclair, Anamaria Marinca, Sandor Funtek II, Thomas Trabacchi

Durata: 93'

Introduce Adriano De Grandis

Critico del SNCCI (Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani).

 

Gli ultimi anni di vita di Christa Päffgen, in arte Nico. Musa di Warhol, cantante dei Velvet Underground e donna la cui bellezza era indiscussa, Nico vive una seconda vita quando inizia la sua carriera da solista. Qui seguiamo gli ultimi tour di Nico e della band che l'accompagnava in giro per l'Europa negli anni '80: anni in cui la "sacerdotessa delle tenebre", così veniva chiamata, si è liberata del peso della sua bellezza e inizia a ricostruire un rapporto con il figlio.

 

11 e 12 dicembre
Assassinio sull'Orient Express - V.O.

Ridley Scott produce il remake del best seller di Agatha Christie, la storia di un assassinio avvenuto nello scompartimento di un treno.

Assassinio sull'Orient Express - V.O.

Ridley Scott produce il remake del best seller di Agatha Christie, la storia di un assassinio avvenuto nello scompartimento di un treno.

Regia di Kenneth Branagh

Con Kenneth Branagh, Penélope Cruz, Willem Dafoe, Judi Dench, Johnny Depp, Josh Gad

Tutti sono riuniti in una stanza, Hercule Poirot sta per rivelare l'assassino. Un epilogo ormai classico, immortale, quintessenza del genere giallo. Il baffuto detective belga, creato da Agatha Christie, riflessivo e ironico, ha la capacità di rendere rassicuranti racconti di delitti, tradimenti e varie nefandezze del genere umano. Nelle ricostruzioni di Poirot tutto diviene astrazione, una dolente riflessione sulla natura umana, una maniera unica di inquadrare vizi e virtù della borghesia. Assassinio sull'Orient Express è forse il più celebre ed eccentrico tra i casi risolti dall'infallibile Poirot. Di certo quello che ha goduto di più trasposizioni cinematografiche, a partire da quella diretta da Sidney Lumet nel 1974, in cui a vestire i panni del detective è Albert Finney. In seguito sarà Peter Ustinov a interpretare più volte Poirot, divenendo una maschera immortale, a cui l'investigatore è comunemente associato. Nel 2017, quando un remake non si nega a nessuno, il treno riprende a sbuffare e la pantomima di delitti e menzogne ricomincia il suo iter. Ora è Kenneth Branagh a lisciarsi i baffi ed elaborare teorie, nel doppio ruolo di regista e protagonista.

12/13 dicembre
Julian Schnabel: A Private Portrait

Pappi Corsicato traccia un profilo intimo e originale di uno dei registi e pittori più celebri della scena newyorkese.

Julian Schnabel: A Private Portrait

Pappi Corsicato traccia un profilo intimo e originale di uno dei registi e pittori più celebri della scena newyorkese.

Regia di Pappi Corsicato

Con Laurie Anderson, Hector Babenco, Jean Michel Basquiat, Bono, Mary-Bonner Baker

Durata: 90'

La vita e le opere di un uomo che, grazie a un talento straordinario, diventa uno dei più grandi artisti e registi della sua generazione, firmando capolavori cinematografici come Prima che sia notte (Leone d’argento al Festival di Venezia) e Lo scafandro e la farfalla (miglior regia al Festival di Cannes, due Golden Globe e la nomination come miglior regista agli Oscar). In un mix di video privati, aneddoti familiari e testimonianze degli amici (Jeff Koons, Al Pacino, Bono, Willem Dafoe…), il regista Pappi Corsicato traccia un profilo intimo e originale di Schnabel regalando allo spettatore un accesso esclusivo alla vita privata e artistica di una delle figure più complesse e affascinanti del nostro tempo.

Dal 14 dicembre
Super vacanze di Natale

Un super cinepanettone che sintetizzerà 35 anni di commedie natalizie. Il film è costruito con le scene dei cinepanettoni passati.

Super vacanze di Natale

Un super cinepanettone che sintetizzerà 35 anni di commedie natalizie. Il film è costruito con le scene dei cinepanettoni passati.

Regia di Paolo Ruffini

Con Massimo Boldi, Christian De Sica, Massimo Ghini, Sabrina Ferilli, Diego Abatantuono, Claudio Bisio, Lillo e Greg

Durata: 90'

Un insolito cine-panettone farcito di spassose clip con protagonisti i principali interpreti degli ultimi anni: Massimo Boldi, Christian De Sica, Massimo Ghini, Sabrina Ferilli, Diego Abatantuono, Claudio Bisio, Lillo e Greg. Con uno spassoso montaggio che riunisce le scene più divertenti delle migliori commedie natalizie targate Filmauro, Super vacanze di Natale vede Paolo Ruffini guest star e supervisore del progetto che chiude idealmente una tradizione lunga 35 anni: quella delle esilaranti sorprese natalizie da gustare in sala.

 

 

Dal 14 dicembre
Poveri ma ricchissimi

Fausto Brizzi gira il sequel del film prodotto dalla Wildside con Warner Bros Pictures Italia, Poveri ma ricchissimi.

Poveri ma ricchissimi

Fausto Brizzi gira il sequel del film prodotto dalla Wildside con Warner Bros Pictures Italia, Poveri ma ricchissimi.

Regia di Fausto Brizzi

Con Christian De Sica, Enrico Brignano, Lucia Ocone, Bebo Storti, Lodovica Comello

Grazie all'astuto Kevi che ha messo in salvo i risparmi di famiglia, i Tucci di Torresecca sono ancora i milionari più screanzati d'Italia. Scivolata nella spassosa ostentazione del lusso in Poveri ma ricchi, la coppia formata da Danilo (Christian De Sica) e Loredana (Lucia Ocone) torna in Poveri ma ricchissimi con una passione tutta nuova: la politica. Lo sconcertante programma elettorale dei cafoni nobilitati prevede l'indizione di un singolare referendum che permetta al loro paesino di uscire dall'Italia, dichiararsi Principato indipendente e proporre così nuove leggi. Una vera e propria "Brexit Ciociara", un Principato a conduzione familiare con un leader bifolco e spettinato, "povero" di affettazione, ma "ricco" anzi "ricchissimo" di denaro. Grazie a un solido conto in banca e al sostegno di parenti sopra le righe - nonna Nicoletta (Anna Mazzamauro) e zio Marcello(Enrico Brignano) - Danilo si appresta a diventare l'unico leader al mondo che fa più gaffes di Donald Trump.

Dal 14 dicembre
Natale da chef

Il Natale di quest'anno è targato da due pionieri del cinepanettoni: Neri Parenti alla regia e il fuoriclasse Massimo Boldi.

Natale da chef

Il Natale di quest'anno è targato da due pionieri del cinepanettoni: Neri Parenti alla regia e il fuoriclasse Massimo Boldi.

Regia di Neri Parenti

Con Massimo Boldi, Biagio Izzo, Enzo Salvi, Dario Bandiera, Rocio Munoz Morales, Francesca Chillemi, Fabrizio Buompastore

Siamo nel periodo delle festività invernali e non c'è momento più adatto per dedicarsi alla famiglia, ai canti di Natale, al caldo tepore della propria casa e, soprattutto, al buon cibo delle ricette tradizionali della nonna. Lo sa molto bene l'improbabile gruppo di chef che, armati di mestoli e padelle, si sfidano in un'entusiasmante gara tra esperti dell'acquolina in bocca, per portarsi a casa l'ambizioso titolo di 'cuoco ufficiale del G7'.

Tra chef con la puzza sotto il naso e finti raffinati, aiuto cuochi con la gotta, sommelier che non reggono l'alcool e una pasticciera professionista, specializzata in uscita a sorpresa dalle torte di addio al celibato, in una cucina messa completamente a soqquadro dai suoi avventori, ne vedremo proprio delle belle.

18 e 19 dicembre
Star Wars: Gli ultimi Jedi - V.O.

Il secondo capitolo della nuova trilogia ambientata trent'anni dopo Il Ritorno dello Jedi.

Star Wars: Gli ultimi Jedi - V.O.

Il secondo capitolo della nuova trilogia ambientata trent'anni dopo Il Ritorno dello Jedi.

Regia di Rian Johnson

Con Mark Hamill, Daisy Ridley, Adam Driver, Oscar Isaac

Dopo aver mosso i primi passi in Il Risveglio della Forza, la coraggiosa Rey prende in mano le redini del suo destino nel secondo capitolo della nuova trilogia ambientata trent'anni dopo Il Ritorno dello JediStar Wars: Gli ultimi Jedi.
La Forza scorre nella giovane mercante di rottami, ma ha bisogno di un maestro che le insegni a controllarla. Rivelata la mappa che traccia la rotta per il nascondiglio segreto di Luke Skywalker, la ragazza attraversa l'universo fino al pianeta sperduto dove il cavaliere jedi si è ritirato in esilio volontario. Si inerpica lungo sentieri impervi, perlustra gli angoli più selvaggi dell'isola per incrociare lo sguardo del leggendario guerriero che ha combattuto e sconfitto l'Impero, e porgergli la vecchia spada laser appartenuta alla sua famiglia. Il gesto significativo riprende ed eguaglia il passaggio di testimone avvenuto nel corso della saga, nella quale l'allievo assume infine il ruolo di mentore. Intuitiva e tenace, Rey è la capofila delle nuove leve Jedi, pronta a contrastare le forze del sinistro Primo Ordine, in aiuto della Resistenza. Accanto a lei ritornano l'ex assaltatore Finn, il pilota di X-wing Poe Dameron, l'occhialuta aliena Maz Kanata (Lupita Nyong'o tramite performance capture) e il Generale Leia Organa (nell'ultima interpretazione di Carrie Fisher). Tra i servitori del Lato Oscuro, con il volto sfregiato dall'ultimo scontro con Rey, ritroviamo Kylo Ren, influenzato dalla misteriosa figura del Leader Supremo Snoke (Andy Serkis tramite performance capture).
Diretto dal fan della trilogia originale, Rian Johnson, nell'Episodio VIII J.J. Abrams torna in veste di produttore esecutivo. 

Dal 21 dicembre
Wonder

Un giovane ragazzo con una deformità sul volto ha delle difficoltà a integrarsi a scuola con i suoi compagni.

Wonder

Un giovane ragazzo con una deformità sul volto ha delle difficoltà a integrarsi a scuola con i suoi compagni.

Regia di Stephen Chbosky

Con Julia Roberts, Jacob Tremblay, Owen Wilson, Mandy Patinkin, Ali Liebert, Daveed Diggs

Durata: 113'

Non c'è bambino che abbia letto il romanzo "Wonder" della scrittrice americana R. J. Palacio (e sono milioni, in tutto il mondo) che non abbia cercato di immaginarsi il volto del piccolo protagonista, Augustus Pullman detto Auggie. Il bambino infatti soffre della sindrome di Treacher Collins, una patologia che trasforma il viso di chi ne è colpito in una sorta di quadro di Picasso, e il romanzo inizia con il suo ingresso in una scuola pubblica, dopo un'infanzia passata a studiare in casa a causa delle lunghe degenze ospedaliere e delle molteplici operazioni chirurgiche. Auggie è terrorizzato all'idea di confrontarsi con quei bambini "normali" che in passato hanno spesso reagito con scherno o paura al suo aspetto fisico, ma può contare sul sostegno di due genitori coraggiosi e pieni di attenzioni per questo figlio dotato di grande intelligenza e senso dell'umorismo.

 

Dal 21 dicembre
L'uomo che inventò il Natale

Biopic di Charles Dickens che racconta come, giunto in un momento di crisi nella vita, come nella creatività, è riuscito a riscattarsi.

L'uomo che inventò il Natale

Biopic di Charles Dickens che racconta come, giunto in un momento di crisi nella vita, come nella creatività, è riuscito a riscattarsi.

Regia di Bharat Nalluri

Con Dan Stevens, Jonathan Pryce, Christopher Plummer, Simon Callow, Bill Paterson

Biopic di Charles Dickens che racconta come, giunto in un momento di crisi nella vita, come nella creatività, è riuscito a riscattarsi trovando proprio nelle difficoltà l'ispirazione per il bellissimo A Christmas Carolche diventerà un grande classico.

 

Dal 21 dicembre
Il toro Ferdinando

La favola di un toro dall'animo sensibile che si rifiuta di combattere all'interno delle corride.

Il toro Ferdinando

La favola di un toro dall'animo sensibile che si rifiuta di combattere all'interno delle corride.

Regia di Carlos Saldanha, Cathy Malkasian, Jeff McGrath

Con Kate McKinnon, David Tennant, John Cena, Gina Rodriguez, Bobby Cannavale

Durata: 106

Un giovane toro madrileno è dotato di grande sensibilità e di uno spirito pacifista. Un giorno viene catturato e per lui comincia un periodo di addestramento alla fine del quale dovrebbe combattere all'interno della corrida. Ma lui si ribella, non vuole assolutamente partecipare e continua a trascorrere le sue giornate a contatto con la natura.

Dal 21 dicembre
Addio Christopher Robin

Il figlio di A.A. Milne, Christopher Robin, è colui che ha ispirato l'omonimo personaggio di Winnie the Pooh.

Addio Christopher Robin

Il figlio di A.A. Milne, Christopher Robin, è colui che ha ispirato l'omonimo personaggio di Winnie the Pooh.

Regia di Simon Curtis

Con Margot Robbie, Domhnall Gleeson, Kelly MacDonald, Stephen Campbell Moore, Nico Mirallegro

L'inglese Alan Alexander Milne, laureatosi nel 1903 in matematica, divenne un autore satirico per la rivista Punch e nel 1913 si sposò con Dorothy "Daphne" de Sélincourt, ma l'idillio domestico fu presto interrotto dalla Prima Guerra Mondiale. Già nel 1916 Milne fu ferito nella battaglia della Somme e, una volta ripresosi, il suo ruolo divenne di scrittore di articoli di propaganda per l'intelligence. Nel 1920 nacque il suo primo e unico figlio, Christopher Robin Milne, i cui orsetti giocattolo ispireranno al padre i libri per ragazzi di Winnie-the-Pooh.

Dal 25 dicembre
The Greatest Showman

Un uomo di spettacolo famoso si lascia sedurre dalla voce e dall'anima di una cantante chiamata Usignolo svedese.

The Greatest Showman

Un uomo di spettacolo famoso si lascia sedurre dalla voce e dall'anima di una cantante chiamata Usignolo svedese.

Regia di Michael Gracey

Con Hugh Jackman, Michelle Williams, Rebecca Ferguson, Zac Efron, Zendaya, Paul Sparks

È dal 2001, da Moulin rouge!, che un grande studio cinematografico americano non porta al cinema un musical originale. Chicago, Dreamgirls, High School Musical e via dicendo erano tutti adattamenti. 
La produzione di una nuova impresa con al centro Hugh Jackman Ora invece non senza una certa fatica è ufficialmente partita la produzione di una nuova impresa con al centro Hugh Jackman, il cui talento nel ballo e nel canto è stato rivelato a tutti da Les miserables.

Dal 28 dicembre
Coco

Un film, prodotto dalla Pixar, che racconta la storia di un ragazzo che vivrà un'avventura per dimostrare il suo amore per la musica.

Coco

Un film, prodotto dalla Pixar, che racconta la storia di un ragazzo che vivrà un'avventura per dimostrare il suo amore per la musica.

Regia di Lee Unkrich, Adrian Molina

Con Gael García Bernal, Benjamin Bratt, Renee Victor, Anthony Gonzalez, Alanna Ubach

Il film racconta la storia del dodicenne Miguel, figlio di calzolai, cui è proibito far musica a causa delle malefatte di un antenato musicista. Quando però, per l'appunto nel Giorno dei Morti, Miguel si ritrova a suonare la chitarra del defunto Ernesto de la Cruz, viene magicamente trasportato nell'aldilà e costretto a risolvere gli antichi e mai sopiti problemi di famiglia. Qui ritroverà anche un grande affetto, la nonna, Mama Coco.

Dal 28 dicembre
Napoli velata

In una Napoli sospesa tra magia e sensualità, ragione e follia, un mistero avvolge l'esistenza di Adriana travolta da un amore improvviso e un delitto violento.

Napoli velata

In una Napoli sospesa tra magia e sensualità, ragione e follia, un mistero avvolge l'esistenza di Adriana travolta da un amore improvviso e un delitto violento.

Regia di Ferzan Ozpetek

Con Giovanna Mezzogiorno, Alessandro Borghi, Anna Bonaiuto, Isabella Ferrari, Lina Sastri

In una Napoli sospesa tra magia e sensualità, ragione e follia, un mistero avvolge l'esistenza di Adriana travolta da un amore improvviso e un delitto violento.

 

 

Dal 28 dicembre
Come un gatto in tangenziale

Un uomo e una donna molto diversi tra loro si incontrano a causa dei figli che si sono innamorati. Lo scontro tra i due sarà inevitabile.

Come un gatto in tangenziale

Un uomo e una donna molto diversi tra loro si incontrano a causa dei figli che si sono innamorati. Lo scontro tra i due sarà inevitabile.

Regia di Riccardo Milani

Con Paola Cortellesi, Antonio Albanese

Giovanni è la teoria. Monica è la pratica. Giovanni vive in centro. Monica vive in periferia. Giovanni è un intellettuale impegnato e crede nell'integrazione sociale (degli altri). Monica lavora a giornata e non crede nell'integrazione sociale (sua). Giovanni e Monica non si sarebbero mai incontrati se i loro figli non si fossero innamorati.

Dal 1 gennaio
Jumanji - Benvenuti nella Giungla

Quattro ragazzi scoprono una vecchia console e si ritrovano catapultati nel videogame ambientato nella giungla, assumendo le sembianze dei rispettivi avatar.

Jumanji - Benvenuti nella Giungla

Quattro ragazzi scoprono una vecchia console e si ritrovano catapultati nel videogame ambientato nella giungla, assumendo le sembianze dei rispettivi avatar.

Regia di Jake Kasdan

Con Dwayne Johnson, Kevin Hart, Jack Black, Nick Jonas, Karen Gillan

Sequel del celebre film di Joe Johnston del 1995 che vedeva protagonista Robin Williams. Jumanji 2 - Benvenuti nella giungla proietta lo spettatore direttamente nella natura incontaminata, mostrata a ogni lancio di dadi nella prima trasposizione cinematografica dell'albo illustrato di Chris Van Allsburg.
Quattro liceali in punizione trovano una vecchia console per videogiochi nei seminterrati della scuola. Incuriositi dal gioco vintage ambientato nella selvaggia giungla di Jumanji, si prendono una pausa dalle pulizie e iniziano la partita. Una volta premuto il tasto start, i ragazzi scoprono con orrore di essere stati risucchiati dentro al gioco, e per di più con le sembianze adulte degli avatar selezionati. Il secchione del gruppo ci guadagna la prestanza fisica dell'esploratore Smolder Bravestone, mentre l'atleta tutto muscoli deve adattarsi alle gambe corte e alla mente galoppante dello zoologo Franklin "Moose" Finbar (Kevin Hart). E se la ragazza timida e riservata si ritrova con addosso gli abiti succinti della letale guerriera Ruby Roundhouse, alla bella della scuola tocca abituarsi a quelli extra large del grassoccio professor Shelly Oberon. I quattro scoprono presto di essere finiti in una folle prova di sopravvivenza, dove l'unico modo per tornare alla realtà è portare la pedina del giocatore - l'avatar in questo caso - alla vittoria. Guai a innescare il game over, o si rischia di restare bloccati nella giungla come Alan Parrish vent'anni prima.

Dal 4 gennaio
C'est la vie - Prendila come viene

Innamorarsi è difficile ma organizzare un matrimonio perfetto è praticamente impossibile. La sfida è questa per Max, Guy e James, i migliori in circolazione.

C'est la vie - Prendila come viene

Innamorarsi è difficile ma organizzare un matrimonio perfetto è praticamente impossibile. La sfida è questa per Max, Guy e James, i migliori in circolazione.

Regia di Eric Toledano, Olivier Nakache

Con Jean-Pierre Bacri, Jean-Paul Rouve, Gilles Lellouche, Vincent Macaigne, Eye Haidara

Durata: 117'

Max è un wedding planner navigato e logorato alla vigilia di un matrimonio e di una consegna. L'ultima corvée è un ricevimento di nozze nel giardino di un castello del XVII secolo con sposa vaga, sposo pretenzioso, commensali borghesi e un'équipe fedele quanto incompetente. Julien, valletto melanconico innamorato del 'bel parlare', James, animatore démodé, Guy, fotografo scroccone, Josiane, amante (im)paziente di Max, Adèle, delfina irascibile di Max, Samy, cameriere clandestino, sono alcuni dei membri di una brigata multietnica occupata a rendere indimenticabile il giorno più bello di Pierre ed Héléna. Niente ovviamente a ndrà come previsto e quelli che dovevano sorvegliare la riuscita dell'evento finiranno loro malgrado per boicottarlo.

Dal 4 gennaio
Il ragazzo invisibile 2

Una scommessa coraggiosa e infinitamente più complessa di quanto la sua superficie children friendly lasci intuire.

Il ragazzo invisibile 2

Una scommessa coraggiosa e infinitamente più complessa di quanto la sua superficie children friendly lasci intuire.

Regia di Gabriele Salvatores

Con Ludovico Girardello, Valeria Golino, Fabrizio Bentivoglio, Christo Jivkov, Noa Zatta

Durata: 100'

Il film ha per protagonista Michele, un adolescente apparentemente come tanti che vive in una tranquilla città sul mare. Non si può dire che a scuola sia popolare, non brilla nello studio, non eccelle negli sport. Ma a lui in fondo non importa. A Michele basterebbe avere l'attenzione di Stella, la ragazza che in classe non riesce a smettere di guardare. Eppure ha la sensazione che lei proprio non si accorga di lui. Ma ecco che un giorno il succedersi monotono delle giornate viene interrotto da una scoperta straordinaria: Michele si guarda allo specchio e si scopre invisibile. La più incredibile avventura della sua vita sta per avere inizio.

Dal 11 gennaio
Tre Manifesti a Ebbing, Missouri

Una madre decisa a trovare l'assassino della figlia comincia ad adottare metodi inusuali e piano piano anche contro la legge.

Tre Manifesti a Ebbing, Missouri

Una madre decisa a trovare l'assassino della figlia comincia ad adottare metodi inusuali e piano piano anche contro la legge.

Regia di Martin McDonagh

Con Frances McDormand, Woody Harrelson, Caleb Landry Jones, Abbie Cornish

Durata: 110'

Mildred Hayes non si dà pace. Madre di Angela, una ragazzina violentata e uccisa nella provincia profonda del Missouri, Mildred ha deciso di sollecitare la polizia locale a indagare sul delitto e a consegnarle il colpevole. Dando fondo ai risparmi, commissiona tre manifesti con tre messaggi precisi diretti a Bill Willoughby, sceriffo di Ebbing. Affissi in bella mostra alle porte del paese, provocheranno reazioni disparate e disperate, 'riaprendo' il caso e rivelando il meglio e il peggio della comunità.

Dal 11 gennaio
Tutti i soldi del mondo

Tratto dalla vera storia del rapimento di John Paul Getty III raccontata dal punto di vista della madre del ragazzo.

Tutti i soldi del mondo

Tratto dalla vera storia del rapimento di John Paul Getty III raccontata dal punto di vista della madre del ragazzo.

Regia di Ridley Scott.

Con Mark Wahlberg, Kevin Spacey, Michelle Williams, Charlie Plummer, Marco Leonardi

Alle tre di notte del 10 luglio 1973, a Roma, nei pressi di Piazza Farnese, John Paul Getty III viene sequestrato. La richiesta di riscatto dei rapitori non è però presa sul serio dalla famiglia, a parte dalla madre Gail; infatti gli altri famigliari credono sia un espediente del giovane ribelle per scucire soldi all'avaro e ricchissimo nonno. I rapitori contattano alcuni quotidiani e arrivano a tagliare e mandare alla redazione de Il Messaggero un orecchio del sedicenne John Paul Getty III, con una nota dove ribadivano di fare sul serio. Con l'aiuto di un esperto, un ex agente della CIA ingaggiato dal nonno, iniziano quindi le vere e proprie trattative per il pagamento del riscatto e il rilascio.

Dal 11 gennaio
Morto Stalin, se ne fa un altro

Nel 1953, durante gli ultimi giorni del dittatore sovietico, regna il caos politico e sociale.

Morto Stalin, se ne fa un altro

Nel 1953, durante gli ultimi giorni del dittatore sovietico, regna il caos politico e sociale.

Regia di Armando Iannucci

Con Olga Kurylenko, Andrea Riseborough, Rupert Friend, Steve Buscemi, Jason Isaacs

Durata: 106'

 

Nella notte del 2 marzo 1953, un uomo sta morendo. Non si tratta di un uomo qualunque: è un tiranno, un sadico, un dittatore. È Joseph Stalin, Segretario Generale dell'Unione Sovietica. È lì che soffre, si contorce, sta per tirare le cuoia... E se ti giochi bene le tue carte, il suo successore potresti essere tu! Dal genio di Armando Iannucci una travolgente commedia nera, una satira sul potere e il totalitarismo con un prestigioso cast internazionale che include Steve Buscemi, Olga Kurylenko, Michael Palin e Jeffrey Tambor. Liberamente ispirata all'omonima graphic novel di Fabien Nury e Thierry Robins pubblicata in Italia da Mondadori.

Dal 19 aprile
Logan Lucky

Un'agente dell'FBI va all'inseguimento di due criminali che stanno organizzando un furto durante una gara Nascar.

Logan Lucky

Un'agente dell'FBI va all'inseguimento di due criminali che stanno organizzando un furto durante una gara Nascar.

Regia di Steven Soderbergh

Con Adam Driver, Channing Tatum, Sebastian Stan, Daniel Craig, Riley Keough

Durata: 119'

Jimmy Logan, ex quarterback con una gamba offesa, e Clyde Logan, veterano dell'Iraq senza un braccio, decidono di organizzare una rapina. Separato dalla consorte e licenziato dal boss l'uno, single con pub l'altro, i Logan vivono nell'America rurale, collezionano una sfortuna eterna e perpetuano una maledizione familiare. Ma quella superstizione, esemplificata dal corso disastroso delle loro esistenze, diventa la loro chance: una buona copertura (chi accuserebbe mai due storpi?) e una buona occasione (giunti a questo punto, i Logan non hanno niente da perdere).

 

Dal 26 aprile
The Killing of a Sacred Deer

Un thriller psicologico in cui si intrecciano la vita di un carismatico chirurgo e quella di un adolescente inquieto le cui azioni sinistre condurranno all'impensabile.

The Killing of a Sacred Deer

Un thriller psicologico in cui si intrecciano la vita di un carismatico chirurgo e quella di un adolescente inquieto le cui azioni sinistre condurranno all'impensabile.

Regia di Yorgos Lanthimos

Con Nicole Kidman, Alicia Silverstone, Colin Farrell, Bill Camp, Raffey Cassidy

Durata: 103'

Steven è un cardiologo: ha una bellissima moglie, Anna, e due figli, Kim e Bob. All'insaputa di costoro, tuttavia, si incontra frequentemente con un ragazzo di nome Martin, come se tra i due ci fosse un legame, di natura ignota a chiunque altro. Quando Bob comincia a presentare degli strani sintomi psicosomatici, la verità su Steven e Martin sale a galla.
Come per la versione originaria di 2001 - Odissea nello spazio, è un minuto di buio a introdurre The Killing of a Sacred Deer, sulle note dello Stabat Mater di Schubert. L'immagine immediatamente successiva è quella di un intervento a cuore aperto, inquadrato senza veli dalla macchina da presa.

21 e 22 novembre
Prince - Sign O' The Times

Prince torna al cinema in occasione del 30° anniversario dell'uscita del film

Prince - Sign O' The Times

Prince torna al cinema in occasione del 30° anniversario dell'uscita del film

Regia di PRINCE

Con Prince, Sheila E., Sheena Easton

Durata: 85'

A trent'anni di distanza dalla sua prima uscita al cinema e a un anno dalla prematura scomparsa di Prince, arriva nelle sale di tutto il mondo in versione restaurata digitalmente "Sign o' the times", il film diretto dallo stesso Prince. Un appuntamento per celebrare il talento di Prince e per offrire al pubblico sparso in tutto il pianeta la possibilità di riunirsi negli stessi giorni, solo il 21 e 22 novembre, per ricordarlo e godere ancora una volta della sua musica e della sua straordinaria arte.

Il 1987 è un anno impresso nella memoria di tutti i fan di Prince: l'artista di Minneapolis è infatti reduce dalla pubblicazione di tre album di grande successo a nome Prince & The Revolution, la band di incredibili musicisti e performer che lo affianca live e in studio: dopo aver conquistato la vetta delle classifiche con la colonna sonora del film "Purple rain" (1984), aver pubblicato a seguire il suo album più colorato e variopinto "Around the world in a day" (1985) e concluso la trilogia dei Revolution con l'album "Parade" (1986), colonna sonora del film "Under the cherry moon" nella quale è contenuta una sua hit planetaria, "Kiss", Prince sorprende tutti tornando alla ribalta con un doppio album inciso quasi da solo e destinato a diventare uno dei suoi massimi capolavori. 

Si intitola "Sign o' the times", esce a nome del solo Prince e, preceduto dalla pubblicazione del singolo omonimo, è il disco che contiene il suo più grande sforzo in termini di songwriting e di performance, un viaggio straordinario nel suo universo musicale che si espande in tutti i generi musicali, dal rock al soul, dal funk alla ballad spirituale, mentre i testi sono un condensato di tutte le principali tematiche della sua poetica - sesso, spiritualità, amore, gelosia, rimpianti, paura, speranza - incrociate al racconto di un decennio, quello degli anni '80, che è sullo sfondo di tutta la narrazione.

REPLICA 23 novembre
Miyazaki Never-Ending Man

Never-ending Man è un documentario dedicato al più grande visionario giapponese, l'instancabile Miyazaki torna a sorprenderci con un nuovo progetto.

Miyazaki Never-Ending Man

Never-ending Man è un documentario dedicato al più grande visionario giapponese, l'instancabile Miyazaki torna a sorprenderci con un nuovo progetto.

Regia di Kaku Arakawa

Durata: 70'

Nausicaä della Valle del vento, Il Mio Vicino Tototoro, La Città Incantata, Il castello errante di Howl, solo per citarne alcuni, sono alcuni dei capolavori diretti da Miyazaki che, nel settembre del 2013, annunciò improvvisamente il suo ritiro dal mondo del cinema. Nonostante questa decisione, Miyazaki non poté trattenere il suo inarrestabile desiderio per la creazione e decise quindi di esplorare nuove forme espressive e nuove tecnologie.È stato così che un regista della TV giapponese NHK che, lo aveva seguito per oltre dieci anni, ha potuto documentare passo dopo passo il riavvicinamento del maestro al mondo dell’animazione, stavolta col supporto di giovani animatori di CGI. Ma non è stato facile… Miyazaki, da sempre amante del disegno a mano libera, ha incontrato diversi ostacoli e si è confrontato con computer graphic e animazione in CGI.Un approccio intimo e delicato per un documentario che ritrae lo Studio Ghibli e Miyazaki all’età di 70 anni, nel tentativo di ritornare – ancora una volta - alla ribalta.

LIVE 26 novembre
La bisbetica domata | Balletto del Bolshoi

Il balletto ispirato alla commedia di Shakespeare. Con le musiche di Dmitri Shostakovich

La bisbetica domata | Balletto del Bolshoi

Il balletto ispirato alla commedia di Shakespeare. Con le musiche di Dmitri Shostakovich

Durata: 125'

Ispirato alla commedia di William Shakespeare e diviso in due atti, il balletto La bisbetica domata andò in scena per la prima volta a Stoccarda nel 1969; arrivò a completare quella che molti considerano la trilogia dei balletti narrativi a serata intera di John Cranko, affiancando proprio Romeo e Giulietta e Onegin.

Commedia ambientata in Italia, che vanta innumerevoli e fortunate letture teatrali, coreografiche e cinematografiche, The Taming of the Shrew – questo il titolo originale – ha affascinato e continua ad affascinare gli autori, per l’abile intreccio e la fervida fantasia teatrale shakespeariane, l’ironia e il gioco dei rapporti tra uomo e donna, l’allegria di questa storia frizzante e coinvolgente.

Nella Padova del XVI secolo il ricco Baptista non vuole concedere la mano della figlia minore Bianca finché non si sarà maritata la maggiore Katherina; tanto la prima è docile e amabile, tanto la seconda è bisbetica e intrattabile. I corteggiatori di Bianca convincono il veronese Petruccio a corteggiare Katherina, sperando che il matrimonio di questa permetta finalmente anche a Bianca di prendere marito. In Petruccio Caterina troverà un marito capace di tenere testa alla sua indole irascibile, in grado di domarla grazie al polso, ma anche all’amore. Sarà invece lo studente Lucenzio, travestitosi da istitutore, a far breccia nel cuore di Bianca.

Con il personale adattamento della commedia di Shakespeare, pensato su misura per i ballerini del Bolshoi, il coreografo Jean-Christophe Maillot inscena due ore magnetiche di danza continua, evidenziando l’audacia e l’energia del Bolshoi in un modo completamente nuovo.

Jean-Christophe Maillot (1960) studia danza e pianoforte al Conservatorio Nazionale Regionale di Tours, città natale, e frequenta la Scuola Internazionale di Danza “Rossella Hightower” a Cannes. Nel 1978 viene contattato da John Neumeier per entrare a far parte del Balletto di Amburgo, dove interpreta alcuni ruoli primari delle creazioni del coreografo americano, ma un incidente pone fine alla sua carriera di ballerino. Nel 1983 è nominato coreografo e direttore del Ballet du Grand Théâtre di Tours, poi Centro Coreografico Nazionale. Fonda, nel 1985, il Festival “Le Chorégraphique” e nel 1986 viene invitato a Monaco, dove diventa consigliere artistico per la stagione 1992-1993 e viene poi nominato, nel 1993, direttore-coreografo di Les Ballets de Monte-Carlo da S.A.R. la Principessa di Hannover.

Nel 2000 Maillot istituisce il Monaco Dance Forum, una vetrina internazionale che si propone di essere per il mondo della danza ciò che il Festival di Cannes rappresenta per il cinema. Grazie alle numerose tournée internazionali, Jean-Christophe Maillot è diventato uno dei coreografi francesi più rappresentati all’estero. Jean-Christophe Maillot è Ufficiale dell’Ordine del Merito Culturale del Principato di Monaco, Cavaliere dell’Ordine delle Arti e delle Lettere, Cavaliere della Legion d’Onore. Il 17 novembre 2005 è stato nominato Cavaliere dell’Ordine di San Carlo da S.A.S. il Principe Alberto di Monaco.

 

27 e 28 novembre
Canaletto a Venezia

La città sull'acqua raccontata dai quadri del celebre pittore.

Canaletto a Venezia

La città sull'acqua raccontata dai quadri del celebre pittore.

Regia di Phil Grabsky

Durata: 90'

 Il racconto che Canaletto (1697-1768) fece di Venezia viene percorso attraverso le opere conservate al Windsor Castle e a Buckingham Palace e grazie a uno splendido tour cinematografico attraverso la laguna. La storia della vita dell'artista tra calli, piazze e canali che ne furono il principale scenario e che Canaletto seppe immortalare come nessun altro pittore al mondo. Grazie ai commenti e agli approfondimenti dei curatori del Royal Collection, il film rivela anche la storia intrigante di come le opere di Canaletto siano giunte da Venezia sino alle collezioni regali inglesi.

 

30 novembre
IN PREVENDITA
Pearl Jam – Let’s Play Two

Un film che racconta i concerti di Eddie Vedder e soci registrato durante il tour americano del 2016

Pearl Jam – Let’s Play Two

Un film che racconta i concerti di Eddie Vedder e soci registrato durante il tour americano del 2016

Regia di Danny Clinch

Con Pearl Jam

Durata: 120'

Chicago è la città natale di Eddie Vedder e i Pearl Jam hanno instaurato una relazione duratura con la città e con la squadra di baseball dei Chicago Cubs: un rapporto unico per il mondo dello sport e della musica celebrato nel 2016 con due straordinari concerti al Wrigley Field, lo stadio cittadino altresì definito “Cubs park”, in occasione dei festeggiamenti per la vittoria della World Series avvenuta dopo il più lungo digiuno della storia del baseball, ben 108 anni di distanza dal precedente titolo.
Così, a partire da “TEN” fino a “LIGHTNING BOLT”, il film concerto spazia attraverso tutto il catalogo di brani originali e cover che hanno caratterizzato la carriera 25ennale della band. All’interno interviste esclusive e un dietro le quinte che mostra i passaggi spontanei, nel quartiere di Wrigleyville, dall’atmosfera di una vittoria dei Cubs all’anticipazione e alla preparazione dei live della band. Attraverso gli occhi di Danny Clinch e la voce dei Pearl Jam (Eddie Vedder, Stone Gossard, Mike McCready, Matt Cameron, Jeff Ament), il film mostra il passato e il presente sia della band che dei Chicago Cubs e tramite la musica, il sudore e le speranze eterne che accumunano i fan dei Cubs e dei Pearl Jam, viene svelato il viaggio che ha creato questa speciale relazione.

12/13 dicembre
Julian Schnabel: A Private Portrait

Pappi Corsicato traccia un profilo intimo e originale di uno dei registi e pittori più celebri della scena newyorkese.

Julian Schnabel: A Private Portrait

Pappi Corsicato traccia un profilo intimo e originale di uno dei registi e pittori più celebri della scena newyorkese.

Regia di Pappi Corsicato

Con Laurie Anderson, Hector Babenco, Jean Michel Basquiat, Bono, Mary-Bonner Baker

Durata: 90'

La vita e le opere di un uomo che, grazie a un talento straordinario, diventa uno dei più grandi artisti e registi della sua generazione, firmando capolavori cinematografici come Prima che sia notte (Leone d’argento al Festival di Venezia) e Lo scafandro e la farfalla (miglior regia al Festival di Cannes, due Golden Globe e la nomination come miglior regista agli Oscar). In un mix di video privati, aneddoti familiari e testimonianze degli amici (Jeff Koons, Al Pacino, Bono, Willem Dafoe…), il regista Pappi Corsicato traccia un profilo intimo e originale di Schnabel regalando allo spettatore un accesso esclusivo alla vita privata e artistica di una delle figure più complesse e affascinanti del nostro tempo.

LIVE 17 dicembre
IN PREVENDITA
Lo schiaccianoci | Balletto del Bolshoi

Il più amato dei balletti classici ritorna in una versione ricca di romanticismo, firmata da Yuri Grigorovich

Lo schiaccianoci | Balletto del Bolshoi

Il più amato dei balletti classici ritorna in una versione ricca di romanticismo, firmata da Yuri Grigorovich

Durata: 125'

Lo schiaccianoci debuttò in prima assoluta nel 1892 al Teatro Mariinsky di San Pietroburgo. Si tratta dell'ultimo balletto messo in musica da Pyotr Ilyich Tchaikovsky, nonché uno dei più popolari di tutti i tempi. Per quest'opera, come per La Bella Addormentata, il grande compositore ha unito nuovamente le forze con Marius Petipa. La nuova versione proposta oggi, e creata per il Bolshoi da Yuri Grigorovich, è ricca di romanticismo ma anche di riflessioni filosofiche sull'amore ideale. Il balletto è così diventato uno dei grandi classici del ventesimo secolo ed è, con Spartacus e Ivan il Terribile, uno dei lavori più famosi del coreografo, direttore artistico del Bolshoi Ballet fino al 1995.
La storia è ambientata alla vigilia di Natale a casa dei coniugi Stahlbaum, che vivono con i figli Marie e Fritz. Famiglia e amici si sono riuniti per i festeggiamenti e per consegnare ai bambini i loro regali di Natale. Il padrino di Marie, Drosselmeyer, le dona uno strano giocattolo: uno schiaccianoci di legno intagliato a forma di un uomo. A mezzanotte, dopo la conclusione dei festeggiamenti, tutti i giocattoli prendono magicamente vita. Lo schiaccianoci cresce fino ad assumere dimensioni reali e diviene la guida dei soldatini di piombo impegnati nel salvataggio di Marie, che è minacciata dal re dei topi e da tutto il suo terribile esercito.

prenota / acquista
close
close
close