Approfondimenti

I trailer sono tutti belli, siamo d’accordo? Certo che lo siamo, come siamo d’accordo anche con il fatto che quello di Un piccolo favore sia veramente ben fatto. Che poi magari il film sarà una delusione, è un’altra storia. Di sicuro questo minuto e mezzo che vediamo in anteprima è pura tensione, con musiche incalzanti e brevi spezzoni di film capaci di trasmettere la voglia di proseguire, di guardare, di andare in sala.

Il trailer rappresenta quello che ci aspettiamo da un thriller. Un sacco di indizi interessanti dai quali aspettarci scomparse, morte ed omicidi. Il preludio è potente, così come le musiche e le attrici. Alcuni estratti dei dialoghi ci raccontano di profumi e presenze, di bambini che dicono di aver visto la propria madre. Tutto in questo trailer ci fa sperare in un thriller carico e potente, con una storia forte ed un lato oscuro che tutti abbiamo ma solo alcuni sono più bravi a tenerlo nascosto. Altra citazione del parlato presente e tremenda verità.

Due amiche con qualche segreto di troppo? Chissà. Di sicuro le due attrici professioniste sono brave e spavalde. Stiamo parlando di Anna Kendrick (Twilight e Tra le nuvole) e Blake Lively, da idolo delle ragazzine in Gossip Girl ad attrice adulta.

Dietro alla cinepresa troviamo Paul Feig, regista dell’infelice remake al femminile di Ghostbusters e di numerose serie televisive, tra cui qualche episodio di Nurse Jackie, di The Office e addirittura di qualche puntata di Weeds.

In uscita il 13 dicembre nei cinema italiani.