News

Vogliamo fare gli acidi anche il giorno di San Valentino?

La mia risposta è , signori e signore, ma solo perché la Disney non mi lascia altra scelta, dal momento che non ce la può fare a tirare fuori dal magico cilindro qualcosa di nuovo e originale.

Dopo le (terrificanti) immagini del nuovo remake di Aladdin, ecco arrivare nella notte il teaser di Frozen 2.

Wow.

La domanda, scusate, sorge spontanea: ne sentivamo il bisogno?

Ma pareri personali a parte, bisogna dire che questi due minuti rilasciati non sono del tutto da buttare. Se vogliamo vedere il bicchiere mezzo pieno, almeno non è un remake tutto CGI e green screen. E, se i rumors sono veri, Elsa potrebbe diventare la prima principessa con una fidanzata.

Questa notizia, letta proprio il giorno di San Valentino, sono sicura scalderà il cuore di molti. Così come vi rassicurerà sapere che Kristoff e Anna sembrano ancora essere una coppia più che affiatata e che il legame tra Elsa e sua sorella, dopo essere stato messo a dura prova nella prima pellicola, appare più forte che mai.

A quanto pare, però, anche se si tratta di un sequel e non di una storia completamente originale, non devo cominciare a roteare gli occhi. Anche perché, stando al co-regista Chris Buck, i nostri eroi avranno modo, tramite le avventure che vivranno, di crescere e diventare nuove persone più mature.

Anche se il cambiamento maggiore sarà riservato a Elsa.

In Frozen intraprendeva un viaggio davvero drammatico e solo alla fine cominciava a rendersi conto di potersi aprire e divertire di nuovo” ha dichiarato Chris Buck alla Fandango. “Questo è ciò che è stato davvero bello e interessante del corto (Frozen Fever del 2015), potevamo divertirci anche noi con Elsa. Ma quella sua personalità così… vedrete nel prossimo.”

La storia è fantastica” ha dichiarato Kristen Bell, la voce originale di Anna.Ci è voluto un po’ a svilupparla perché dovevano capire che tipo di storia volessero raccontare, cosa sarebbe stato importante e interessante. Ma credo che l’abbiano davvero trovato!”

Molte sono le voci che hanno cominciato a circolare sulla trama e un trailer così poco rivelatore non fa altro che alimentarle. Davvero la storyline romantica riguarderà Olaf e non Elsa? E si potrebbe scoprire che Elsa e Anna non sono davvero sorelle?

Ma andiamo ad analizzare le pochi immagini che abbiamo, cercando di cogliere anche i più piccoli particolari.

Innanzitutto, la prima volta che rivediamo Elsa sta tentando di ghiacciare un mare in tempesta.

Perché? Lo vuole attraversare? È bloccata su una qualche isola, separata dalla sorella e dai suoi affetti per qualche motivo? O sta semplicemente esercitando i suoi poteri.

Non è così facile rispondere anche perché, se spesso quella più semplice è anche la risposta giusta, il tono più cupo e dark di questo teaser non ci fa pensare in maniera troppo positiva.

Sappiamo poi che verranno introdotti due nuovi personaggi. Potrebbe essere che la ragazza dai capelli rossi sia doppiata da Evan Rachel Wood e sia la tanto chiacchierata fidanzata di Elsa?

Certo, i nuovi arrivati potrebbero anche i villain della pellicola, ma, dopo il plot twist del primo film, i fan sperano davvero in qualcos’altro per la loro principessa dei ghiacci. Tanto che sono arrivati persino a firmare una petizione per rendere Elsa la prima eroina LGBT+.

Un altro punto interrogativo che sarà sorto in chi ha visto il teaser riguarderà quegli strani cristalli/fiocchi di neve sospesi fuori dal castello, che Anna osserva con aria sgomenta e preoccupata. Stessi cristalli/fiocchi di neve che ritroviamo anche anche nel poster. Che siano importanti, dunque, c’è da metterci la mano sul fuoco.

Inoltre, Anna ed Elsa hanno nuovi outfit, diversi da quelli ormai iconici del 2013 e diversi anche da quelli del corto del 2015. Scelta di marketing per far comprare nuove bambole ai disperati genitori o i vestiti nuovi delle principesse hanno un qualche legame con la trama?

Che sarà un film diverso dai precedenti lo si capisce dal tono che pervade tutto il teaser. Abbiamo detto che è più cupo, più dark… e infatti l’ultima inquadratura vede un’Anna sguainare la spada di Kristoff e avventarsi contro un misterioso avversario che stava minacciando il suo promesso sposo e la sorella.

Alla fine dei conti, quindi, forse questo sequel potrebbe non essere completamente qualcosa da buttare.

Sembra avere una sua trama autonoma, esplorare nuovi territori del regno di Arendelle e, ci è stato promesso, vedremo anche una crescita dei personaggi. Che quindi la Disney sia uscita dal lungo periodo di vuoto creativo e che questo sequel sia l’inizio di un nuovo Rinascimento?

Non ci resta che augurarglielo di tutto cuore. E aspettare pazientemente novembre per vedere chi avrà l’ultima parola.